In pubblicazione il 9 DIC 2021

METEO CURIOSITA': Ojmjakon, il luogo abitato più freddo sulla terra

Nella città in Siberia occidentale raggiunti stanotte -59 °C, valori inimmaginabili per noi italiani.


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Ojmjakon è un villaggio della estrema Siberia

Questa è la vera roccaforte dell’anticiclone termico russo-siberiano (che porta fasi meteo gelide) e d’inverno non di rado si scende su valori prossimi a -60°C come avvenuto oggi. Il villaggio si trova nella parte nordorientale della Siberia, più precisamente nella Repubblica di Sacha. Situato nei pressi del fiume Indigirka, che rimane ghiacciato per gran parte dell’anno (da ottobre fino a maggio-giugno), è questo il luogo abitato più freddo del globo dove ogni anno circa 800 abitanti sfidano il gelo più estremo! Venerdì altro nucleo di aria polare, nuova NEVE IN PIANURA Dicembre molto INVERNALE anche per le Festività. Gli SVILUPPI


Il luogo abitato più freddo della terra

La cittadina, che in lingua Sacha significa “freddo cane”, fa registrare una temperatura media annua di -16,5°, addirittura nel mese di gennaio la temperatura media è di -47,6°! Per quanto riguarda gli estremi possiamo dire che “ufficialmente” il dato più freddo mai rilevato è stato di -67,7° nel 1933, ma il 18 febbraio 2013 il “Daily mail” riporta che nel paese si sia registrata una temperatura di -74°, nel 1916 sarebbe stata toccata la punta record di -83° e nel gennaio 1926 -71,2° (dato che è stato celebrato da un monumento); tuttavia questi ultimi 3 dati non sono da considerarsi ufficiali. Super gelata venerdì 10 dicembre su regioni di Nordovest


METEO: ha senso dire qualcosa sul NATALE? Gli sviluppi

Come si sopravvive in un clima così estremo

È curioso notare come il nome del villaggio significhi in realtà anche “acqua che non gela mai” in quanto è stata costruita su una sorgente termale naturale di acqua calda e che il “coprifuoco”, ovvero la sospensione di tutte le attività scolastiche e lavorative, scatti solo sotto i -52°. Con temperature superiori la vita scorre regolarmente. In questo villaggio ovviamente non esistono frigoriferi e congelatori ed il latte è venduto allo stato solido, cubetti di latte-ghiacciato che la popolazione riporta a casa e scalda al fuoco per poterlo poi bere.

Le attività principali su cui si sostiene la popolazione locale sono la pesca (il pesce 30 secondi dopo essere stato pescato congela) e l’allevamento. Qui abbondano cervi, renne e cavalli ed i medici dicono che la popolazione gode di ottima salute nonostante l’impossibilità di praticare l’agricoltura e di variare l’alimentazione. Il latte che producono questi animali è abbastanza nutriente da soddisfare il fabbisogno nutrizionale di queste persone. A dimostrazione di ciò si possono contare molti ultracentenari in questa piccola cittadina, a dispetto delle statistiche che parlano della popolazione dei maschi russi come dei meno longevi d’Europa, con un’aspettativa di vita di poco superiore ai 60 anni. Occhio alle GOMME dell'AUTO. I pericoli da NON SOTTOVALUTARE

GELO IPER-ESTREMO in un luogo CURIOSO! Ecco quale

L'autostrada

È possibile raggiungere questo luogo attraverso un’autostrada costruita da prigionieri politici di Stalin. L’autostrada si chiama “Koloyma”, meglio conosciuta come “Il sentiero delle ossa” per le ossa del milione di deportati morti nei lavori forzati.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

25 MAG
Nuovo moderato peggioramento del tempo atteso nell'ultima parte della settimana
24 MAG
Sono uscite le proiezioni ufficiali, a cura di AccuWeather: vediamole insieme
24 MAG
Altra sofferenza in vista per chi non sopporta caldo
24 MAG
La perturbazione che guasterà il tempo al Nord porterà rovesci e temporali anche nel capoluogo lombardo
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.
26 APR
Questo grande uccello della famiglia delle Picidae ha fatto la sua comparsa in un luogo piuttosto insolito