In pubblicazione il 16 MAG 2022

Meteo e cambiamenti climatici: carestie devastanti in futuro

Uno studio americano è piuttosto pessimista, in quanto vede un futuro di certo non roseo


Fonte Immagine: pixabay.com

Nel cercare di prevedere gli effetti del futuro cambiamento meteo climatico sui raccolti, una grande fonte di incertezza deriva dalla scarsa conoscenza delle conseguenze di ondate di caldo eccezionale sulle coltivazioni di vario genere, difficoltà che in parte riflettono la mancanza di osservazioni regolari e sistematiche dei campi coltivati durante tutti quei periodi, in passato, caratterizzati da temperature estremamente elevate. 


Leggete la nostra TENDENZA estate 2022: le proiezioni non sono rosee


Estate: giungono nuove conferme su come potrebbe essere

 

Tanto caldo, grossi guai per i raccolti

In uno studio pubblicato di recente sulla rivista scientifica Nature Climate Science alcuni ricercatori della Stanford University e della Oklahoma State University hanno quindi analizzato nove anni di osservazioni satellitari riguardanti i campi coltivati nel Nord dell’India con l’intento di quantificare l’entità dell’appassimento del frumento in seguito all’esposizione a temperature al di sopra dei 34 gradi, e i risultati sono quanto meno preoccupanti: gli studiosi infatti hanno riscontrato una notevole accelerazione nell’appassimento delle colture in conseguenza all’aumento delle temperature medie, che le espone a ondate di caldo via via più intense, frequenti e durature. Insomma il peggioramento delle condizioni delle coltivazioni monitorate sarebbe addirittura di entità maggiore del corrispondente aumento delle temperature. Avete letto: METEO TENDENZA: come sarà SETTEMBRE? Le proiezioni

per la PIOGGIA previsione aggiornata, ecco quando torna

NEVE: la NEVOSITÀ MEDIA in VALPADANA negli ANNI ‘90

 

Raccolti e caldo, più danni del previsto

Ma c'è di più nella ricerca degli studiosi, perchè i danni fatti dal caldo sembrano crescere in modo esponenziale all'aumentare delle temperature. I dati raccolti infatti mostrano come la sofferenza delle colture cresca più velocemente dell’aumento stesso delle temperature, motivo per cui, probabilmente, le attuali simulazioni al computer sottostimano notevolmente l’effetto del riscaldamento del clima sulle coltivazioni. In particolare in base ai risultati di questo studio nelle proiezioni per i prossimi decenni i danni alle coltivazioni stimati per un aumento medio delle temperature di circa 2 gradi potrebbe essere sottostimato di addirittura il 50%.

Tendenza, quando torna la PIOGGIA al NORD



Fonte Articolo: Team MeteoGiuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 GIU
L'alta pressione nei prossimi giorni spingerà ulteriormente verso l'alto le temperature che toccheranno picchi notevoli
26 GIU
Nelle prossime ore ulteriore rinforzo del promontorio africano e l'onda di calore assumerà caratteristiche di eccezionalità per il mese di giugno
25 GIU
Le annate in cui il mese di giugno è stato più caldo e le prospettive per questo 2022
25 GIU
Fine dell’ondata di caldo alla fine della prima decane di luglio?
15 GIU
Temperature da record a causa dell’insistente presenza del bollente Anticiclone Nord-Africano
9 GIU
La scossa avvertita sulla costa con epicentro in mare
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.