In pubblicazione il 19 OTT 2020

Nel weekend torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

Ecco le conseguenze sul nostro fisico


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Alle ore 3 della notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre si dovranno spostare le lancette indietro di un'ora, tornando così alle ore 2:00. Nel prossimo weekend, infatti, tornerà l'ora solare. Farà buio prima la sera e si avrà più luce la mattina, almeno nelle prime settimane. L'ora solare rimarrà in vigore fino a domenica 28 marzo 2021.


L’orologio interno che comanda l’addormentamento e il risveglio, l’aumento  e la diminuzione della temperatura corporea  e della pressione sanguigna, l’attività ritmica del cuore e degli altri organi, si regola soprattutto sulla base dell’alternarsi dei periodi di luce  e di buio scanditi dal giorno e dalla notte. Ma, per quanto preciso,  l’orologio biologico non è abbastanza veloce negli aggiustamenti.Così, se ci vuole un attimo per adeguarsi all’ora legale o ad un nuovo fuso orario, spostando semplicemente le lancette dei nostri orologi meccanici,  all’organismo serve invece qualche giorno  per “riprogrammare” tutte “le sveglie”: l’ora dei pasti, quella del sonno, quella della resa fisica e intellettuale.


E’ normale quindi che  i ritmi del sonno, dell’appetito e delle capacità psicofisiche vengano  temporaneamente sconvolti. Nella maggior parte delle persone i fastidi sono di breve durata e di lieve entità mentre altre, come gli ansiosi e i depressi, fanno più fatica a  sincronizzare il proprio orologio interno. Con il cambio di ora autunnale, in pratica si va a dormire un’ora prima e quindi si incontra una certa difficoltà a addormentarsi perché, anche se la sveglia  dice che è ora di dormire, corpo e mente in realtà sono ancora ben svegli, una situazione che danneggia in particolar modo coloro che già soffrono di insonnia.

Un consiglio: per una settimana, ritardare di mezz’ora, rispetto al nuovo orario, l’ora dei pasti e, in pari misura, quella del riposo notturno



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

9 MAR
Dopo un avvio di settimana con cieli grigi e qualche pioggia arriva una tregua anticlonica, ma durerà poco
8 MAR
Necessari circa 1500 mila miliardi di operazioni per credibile previsione a 3 giorni su box di 8 km di lato .
8 MAR
Nell'ultimo periodo le piogge spesso e volentieri hanno disertato il Nord Italia, ma nei prossimi gironi potrebbe arrivare una perturbazione capace di bagnare anche le regioni settentrionali
8 MAR
La perturbazione che ha raggiunto la Penisola concentrerà i suoi effetti sulle regioni centrali e meridionali, mentre risparmierà il Nord Italia
7 MAR
I cambiamenti cui andrà incontro la circolazione atmosferica avrà ripercussioni importanti anche sul moto ondoso medio
3 MAR
Nuovi dati mostrano, su scala planetaria, un innalzamento del livello dei mari pari a quello descritto dagli scenari peggiori
2 MAR
Evacuazioni da parte delle autorità locali