In pubblicazione il 20 OTT 2021

ORA LEGALE, pronti a cambiare: ecco quando vanno tirate INDIETRO LE LANCETTE

Come ogni anno, a fine ottobre, ci sarà il cambio di consegne tra l’ora legale e l’ora solare e le lancette andranno tirate indietro di un’ora


Fonte Immagine: Pixabay modificata

Sta per giungere il momento di salutare l’ora legale e aprire le braccia all’ora solare, con tutto ciò che ne consegue: troveremo un po’ più di luce al risveglio, ma i pomeriggi si accorceranno drasticamente per lasciare spazio in anticipo alle ombre della sera. ma qual è il giorno in cui dovremo spostare le lancette dell’orologio indietro di un’ora?  


Nell’ultimo weekend di ottobre si dorme un’ora in più 

Quest’anno il ritorno all’ora solare avverrà nella notte fra sabato 30 e domenica 31 ottobre: alle 3 di notte, infatti, le lancette dell’orologio andranno riportate indietro alle due, allungando di un’ora la nottata e, di conseguenza, anche le nostre ore di sonno. La conseguenza principale di questo cambiamento è che, all’improvviso, a fine ottobre il sole sorgerà prima, e quindi in molti torneranno a svegliarsi con la luce. Il rovescio della medaglia è che, oltre all’alba, anche il tramonto verrà anticipato di un’ora: insomma, i pomeriggi diventeranno più corti e il buio arriverà con un’ora di anticipo. L’ora legale, come negli anni passati, tornerà ad allungare le nostre giornate a marzo 2022 e più precisamente nella notte fra sabato 26 e domenica 27 marzo. Ma perché due volte all’anno spostiamo le lancette dell’orologio, seguendo tra ora legale e ora solare? I motivi sono diversi e coinvolgono soprattutto il nostro portafoglio.


Se sposti le lancette risparmi e inquini di meno

Molte persone, nei giorni immediatamente successivi al cambio dell’ora, denunciano fastidi paragonabili a quelli del jet-lag, cioè a quelli dovuti da un repentino brusco cambio di orario che sconvolge la regolare cadenza delle nostre abitudini. E allora perché mai dovremmo sottoporci volontariamente a tale disagio?  Il motivo principale va ricercato nei benefici economici e ambientali che derivano da tale operazione. In autunno e inverno infatti anticipare le ore di luce, consente di ridurre i consumi dovuti a illuminazione e riscaldamento, con evidenti benefici per il sistema Italia. In base ai dati forniti da Terna, cioè la società che gestisce la rete elettrica nazionale, grazie all’adozione dell’ora legale nel 2020 abbiamo consumato 400 milioni di kWh di elettricità in meno, equivalenti a un risparmio economico di quasi 70 milioni di euro. E i benefici si sono fatti sentire anche a livello ambientale, perché consumare meno energia significa anche emettere meno gas serra (quelli che modificano il clima) nell’atmosfera: sempre seconda Terna, grazie all’ora legale abbiamo emesso 205 mila tonnellate di CO2in meno, contribuendo così a combattere il cambiamento climatico.  

 

LEGGETE GLI ARTICOLI DEL NOSTRO TEAM DI ESPERTI METEOROLOGI!

La SCOPERTA: CAMBIAMENTI CLIMATICI o UOMO, dietro la fine dei MAMMOUTH?

il legame tra FULMINI e GLOBAL WARMING

CAMBIAMENTI CLIMATICI: in atto la SESTA ESTINZIONE DI MASSA! ed è TUTTA COLPA NOSTRA!

I modelli SBAGLIANO? FLOPPANO? PRENDONO CANTONATE? NO, sbaglia chi...li usa male! Vi spieghiamo BENE

Stanno per tornare PIOGGIA e FREDDO. Anche la NEVE? Scopritelo!

L'inverno al POLO NORD, ecco com'è: VI STUPIRA'!!!

METEO ROMA, ecco come sarà il mese di NOVEMBRE



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 GEN
Non verrà rispettata la tradizione che vuole che il 29-30-31 gennaio siano i giorni più freddi dell'anno
21 GEN
Le perturbazioni continuano a scorrere lontano dalle regioni settentrionali, ma i modelli indicano il periodo della svolta
21 GEN
Alta pressione in arrivo, nebbie protagoniste in Pianura Padana
19 DIC
Quante volte nel passato
18 DIC
Da dove deriva questo noto detto
18 DIC
Forte scossa di terremoto avvertita nella tarda mattina di oggi in Lombardia, con epicentro nella Bergamasca