In pubblicazione il 19 NOV 2020

Perchè in montagna fa più freddo che nella vicina pianura...

Circostanza a prima vista inspiegabile


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Non solo apparentemente insiegabile ma anche contaddittoria.


Infatti la radiazione solare che in un dato giorno giunge su un metro quadrato di superficie è in montagna maggiore di quella che giunge, a parità di latitudine, in pianura. E questo perché i raggi solari più si avvicinano alla pianura, più vengono riflessi indietro verso lo spazio dal pulviscolo atmosferico le cui massime concentrazioni sono appunto confinate nei primi 500-1500 metri.


Nella realtà nei primi 10 km di atmosfera (la troposfera) la temperatura diminuisce con la quota di circa 6.5 °C per km. Insomma se ad un dato istante in pianura vi è una temperatura di 20 °C, è allora lecito aspettarsi in montagna valori di 13.5 °C a 1000m, 7°C a 2000m, 0.5 °C a 3000m e così in effetti è.

Ma allora in montagna perché fa più freddo nonostante vi arrivi più calore solare della vicina pianura?

Ebbene il calore in arrivo dal sole non viene assorbito dall’atmosfera, se non in minima parte (circa il 20%), in realtà l’80% circa del calore solare raggiunge la superficie della terra (oceani  e terraferma) e qui viene immagazzinato nel suolo fino a 50cm di profondità e nela mate finoa 500m di profondità.

Ma tale accumulo di calore non può proseguire giorno dopo giorno, altrimenti la temperatura del suolo terrestre dovrebbe essere ora qualche milione di gradi.

Ma dove va a fine allora tale calore assorbito dal suolo e mari?

Ebbene tale calore viene restituito all’atmosfera sovrastante sotto forma di energia invisibile (“radiazione infrarossa”) quella implicata nell’effetto serra.

Ma tale calore invisibile perso dal suolo verrà assorbito in gran parte dapprima dagli strati d’aria più adiacenti al suolo, e via via, quello che rimane, in quantità minori dagli strati d’aria appena sovrastante.

Insomma ovvio che chi beneficerà di più del calore perso dal suolo saranno in primi strati atmosferici mentre glia strati intorno 8-10 km riceveranno solo le briciole.  

Ecco anche perché quindi in montagna fa più freddo che in pianura.

E quetso è i motivo per cui la temperatura in media cala con la quota di -6.5 °C per km.

Ad esempio, se siete in pianura con una temperatura di 15 °C ai piedi di una montagna alta 2 km, allora in cima alla montagna vi dovreste attendere una temperatura di 15 – (2×6.5) ovvero 15 – 13 = 2 gradi!

Fonte immagine: pininterest.com



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 NOV
Sarà neve al piano? Oppure in collina?
26 NOV
L'alta pressione che ci sta accompagnando in questi giorni retrocederà con il passare delle ore e favorirà l'ingresso di aria più instabile e umida.
25 NOV
Dapprima sulle Alpi, poi anche in Appennino