In pubblicazione il 19 SET 2020

Perché l'acqua spegne il fuoco?

Un fenomeno che diamo...per scontato


Fonte Immagine: pinterest.com

L'acqua ha nei confronti del fuoco ha tre importanti virtù.


Richiede tantissimo calore per riscaldarsi fino ad  evaporare


 Per far evaporare un grammo di acqua accorrono ben 600 calorie (calore latente di evaporazione), una quantità di gran lunga superiore alle altre sostanze liquide. Insomma fuoco è caldo e l'acqua ne assorbe il calore: questo è il primo punto. 

Schermata%202019-04-29%20alle%2012_11_38.png

Molto maneggevole da usare

Dobbiamo inoltre tener presente che l'acqua - stiamo parlando di spegnere un fuoco - è duttile da maneggiare: entra in un tubo a pressione ed è lanciata a grandi distanze. 

Toglie alla fiamma il carburante naturale, l’ossigeno

Ma un effetto altrettanto decisivo nell'aggressione dell'acqua al fuoco è costituito dal vapore acqueo che si genera quando il calore fa evaporare il liquido. Il vapore è un gas, che si sviluppa violentemente, si dilata e occupa molta volume dello spazio circostante. Lo occupa nel senso più letterale del termine e cioè prende il posto di qualcos'altro. Di che cosa?  Dell’aria e quindi anche dell’ossigeno in essa presente nella misura del 21%. 

Ma L'ossigeno è il naturale carburante che alimenta del fuoco. Questo è anche motivo  per cui quanto più intenso è il vento tanto più è la quantità di ossigeni trasportata in un secondo sul luogo e quindi tanto più viene alimentato il fuoco



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

28 OTT
Alta pressione uguale bel tempo? Si, ma non sempre...
28 OTT
Residui fenomeni all’estremo Sud, specie su Salento, Calabria, Puglia ionica e Sicilia orientale. Sole altrove, ma con nebbie in Val Padana e vallate centrali
28 OTT
Uno dei terremoti piu' forti degli ultimi 200 anni
15 OTT
Ecco le PESANTI ANOMALIE a livello globale: noi siamo in un'ISOLA FELICE.
13 OTT
Valori molto bassi al Nord Est, prima volta fin sullo zero anche in pianura
9 OTT
Era il 9 Ottobre 1963, Ore 22.39