In pubblicazione il 11 FEB 2019

Più neonati con i concepimenti in inverno

Un bel suggerimento per le coppie in ansiosa ricerca di un bebè.


Fonte Immagine: Wikipedia

 

I dati statistici sulle nascite in Italia mostrano che il mese delle culle è settembre, con un surplus di neonati intorno al 15-25% rispetto ai mesi di marzo-aprile

La spiegazione dell’apparente mistero va in parte ricercata in abitudini di carattere socio-culturale.


E’ ovvio che per le future mamme è più conveniente programmare un bebè per settembre, quando si dovrebbe riprende la normale attività lavorativa post-ferie,  piuttosto che in estate, quando si dedica il proprio tempo libero al riposo, alla villeggiatura e ai viaggi. Ma il baby-boom autunnale ha, in parte, un’interpretazione anche di natura biologica. Infatti il maggior numero di parti in settembre sta anche ad indicare che il periodo più favorevole ai concepimenti è quello intorno alla fine dicembre e agli inizi di gennaio ovvero proprio quando le giornate sono più corte che mai. Ma la minore durata delle ore con luce, determina una maggiore produzione di melatonina, sostanza che regola l’attività degli ormoni sessuali. Insomma la minore dose di luce solare toglie il freno agli ormoni sessuali. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 LUG
Fino a domenica avremo caldo nella norma con possibili temporali, poi di nuovo anticiclone subtropicale
16 LUG
parziale peggioramento del tempo al Nord nella giornata di giovedì, con nuvole e improvvisi temporali su molte regioni
16 LUG
Più intensa e più lunga di quanto avevamo previsto una settimana fa
16 LUG
Passata la perturbazione, l’Italia rimane esposta a correnti settentrionale che mantengono contenute le temperature
16 LUG
Lungo gli oltre 7000 chilometri delle nostre coste le caratteristiche climatiche fondamentali possono variare anche di molto
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre