In pubblicazione il 29 GIU 2020

Scottature da sole, colpo di sole, ferite ai piedi, punture da insetti, ricci di mare, meduse

Rimedi ai piccoli guai estivi da vita all’aria aperta


Fonte Immagine: pinterest.com

 

In estate la vita all’aria aperta, specie quella da spiaggia, è spesso fonte di piccoli tipici guai o per troppo sole o per sgraditi contatti con meduse, ricci di mare o per punture di zanzare, api, vespe. 

Ecco i rimedi immediati raccomandati dalla scienza medica:

Scottature solari: coprite la parte e stare all’ombra. Applicare impacchi di acqua fredda o ghiaccio e una crema al cortisone. 

Colpo di sole (da non confondere con il colpo di calore): fare sdraiare la persona in luogo fresco e ventilato, liberala dagli abiti, spruzzare acqua fredda sul viso e applicare impacchi molto freddi su testa, nuca, ascelle e inguine. Consultare il medico se i sintomi non cessano in pochi minuti.  

Ferite ai piedi da conchiglie o vetro: lavare sotto l’acqua corrente, disinfettare, rimuovere le schegge, coprire con un cerotto. 


Contatto con meduse: applicare una crema cortisonica con massaggio delicato oppure impacchi di alcol o di aceto. Se l’infiammazione non cala, usare una compressa di antistaminico. 

Ricci di mare: estrarre l’aculeo con una pinzetta senza spezzarlo. Disinfettare, proteggere il piede con una garza o un cerotto. 

Punture di zanzara: lavare con acqua e usare crema antistaminica. 

Api e vespe: l’evento più comune. Generalmente quando si viene punti da api, vespe o calabroni la zona colpita diventa rossa, gonfia, dolente o pruriginosa in uno spazio di circa 2-3 centimetri.Cosa fare? Disinfettare con acqua ossigenata. Togliere il pungiglione con un ago o raschiando con una lama smussata. Non usare le pinzette per non spremere ulteriore veleno. Utilizzare una crema al cortisone o antistaminica o impacchi freddi. Evitare l’ammoniaca. Consultare il dottore nel caso di punture alla bocca o alla lingua o in caso di persone allergiche. Bisogna invece recarsi subito in pronto soccorso o chiamare il 118 nel caso compaiano i seguenti sintomi (generalmente circa 30 minuti dopo la puntura):mancanza di respiro; vomito; rush cutaneo; prurito diffuso; sensazione di stordimento; perdita di coscienza



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

14 LUG
Cosa c'è di vero sulla (Possibile) ondata di caldo a fine mese? E agosto, come sarà? Possiamo già dare qualche delucidazione?
13 LUG
Continua il periodo caratterizzato da clima gradevole e caldo senza eccessi su tutto il paese.
12 LUG
Settimana gradevole per le regioni centro-meridionali. Sole sulle coste, temporali qua e là sui rilievi, caldo normale e niente afa
10 LUG
Allerta arancione in Lombardia: gialla su diverse regioni del Nord
13 LUG
Continuiamo il nostro viaggio attraverso i climi dell’Europa analizzando quello di questi due paesi dell’Europa Orientale
13 LUG
Distintamente avvertita dalla popolazione
12 LUG
E' proprio grazie alle loro eruzioni di qualche milione di anni fa che l’atmosfera ha la attuale composizione chimica...