In pubblicazione il 22 FEB 2022

Teodosio il Grande e gli “scherzi” della Bora

Frecce rese più veloci dal potente vento


Fonte Immagine: Depositphotos

Teodosio il Grande, già Imperatore d’Oriente, fu l’ultimo grande condottiero a regnare su tutto l’impero Romano, ma per farlo fu costretto a condurre il suo esercito a occidente per scontrarsi con le truppe del generale Arbogaste, che assieme all’alto funzionario Flavio Eugenio aveva usurpato il trono dell’Impero d’Occidente .


La battaglia decisiva ebbe luogo a settembre del 394 nella Valle del Vipacco, a pochi chilometri da Trieste . Nel primo giorno di scontri le truppe di Teodosio, per evitare la completa disfatta, furono costrette a ritirarsi . Il giorno successivo, nella Battaglia del Frigido (antico appellativo del Fiume Vipacco), si consumò lo scontro finale che, più degli eserciti, vide protagonista il vento!


All’improvviso cominciarono a soffiare gelidi e violenti venti di Bora e così Teodosio e i suoi soldati, schierati sul lato orientale del campo di battaglia, si trovarono a favore di vento, mentre le truppe nemiche si trovaro-no il vento contro .

I dardi scagliati dai soldati di Teodosio, spinti da venti che soffiavano a oltre 100 km/h, piombarono con inaudita violenza sulle truppe nemiche, falcidiando anche i reparti arretrati; al contrario le legioni degli usurpatori, respinte dal vento furioso, non riuscirono neanche ad avanzare e videro addirittura le frecce scagliate tornare loro addosso .

Così con l’aiuto della Bora, Teodosio sbaragliò l’armata nemica e si liberò degli usurpatori . Tuttavia, lo stesso vento gelido che gli aveva donato la vittoria causò all’imperatore una grave forma di polmonite che pochi mesi dopo, nel gennaio del 395, ne causò la morte, lasciando definitivamente diviso l’Impero Romano .

 

Articolo tratto  dall'Opera

"METEOCURIOSITA" - a cura di A. Giuliacci e M.Giuliacci - Ronca Editore

 

Fonte Immagine: Depositphotos



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
Le piogge tanto invocate rimarranno una pia illusione: non basteranno alcuni temporali qua e là per colmare il gap idrico. Siccità persistente fino ad agosto.
24 GIU
Già è partita malissimo sul piano climatico e idrico: non resta che aspettarci altri due mesi difficili...
15 GIU
Temperature da record a causa dell’insistente presenza del bollente Anticiclone Nord-Africano
9 GIU
La scossa avvertita sulla costa con epicentro in mare
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.