In pubblicazione il 30 LUG 2019

Ustioni solari. Tessuti più protettivi

Bene da sapere


Fonte Immagine: Amazon

 

I tessuti anti-UV sono stoffe che offrono una determinata protezione dai raggi ultravioletti del sole, misurabile secondo il parametro UPF (Ultraviolet Protection Factor, fattore solare di protezione UV).

Tutti i tessuti hanno una impermeabilità parziale ai raggi solari; se questa è elevata il tessuto in oggetto può essere preso in considerazione nell'ottica di una protezione dai raggi ultravioletti. In tal caso, è opportuno l'abbinamento con occhiali da soleavvolgenti, cappelli a tesa larga ed alto UPF, creme solari per le parti scoperte 

 

I Tessuti più protettivi

 

tecnici appositamente realizzati

viscosa di cotone

denim neri o scuri

in lana

seta satinata

di bambù e Lycra

polyacrylonitrile

in 100% poliestere

di miscele di poliestere lucido

comunque a trama stretta

cotone greggio (quello non sbiancato)

in bambù o misto cotone

 

Tessuti meno protettivi

 


crêpe di poliestere

il cotone sbiancato

la viscosa non di cotone

la maglieria

jeans bianchi non tinti

i tessuti vecchi ed usurati

La tabella seguente riporta il ASTM standard per l'abbigliamento con protezione solare e costumi da bagno:

Valore di UPF

Protezione

% raggi UV schermati

UPF 15 – 24

Buono

93.3 – 95.9

UPF 25 – 39

Molto buono

96.0 – 97.4

UPF 40 – 50+

Eccellente

97.5 – 98+



Fonte Articolo: WIKIPEDIA

ULTIMI ARTICOLI

21 GEN
L’aria “pulita” in natura non esiste né è mai esistita. La naturale composizione dell’aria
21 GEN
Gran parte del mese di Gennaio sembra scorrer via senza grossi sussulti sul vecchio continente
20 GEN
Secondo la statistica climatica l'evento ha discrete probabilità. Tutti i dettagli
19 GEN
Sarà l’ondata sognata e lungamente attesa da freddofili e nivofili?
22 GEN
La media è quasi di 10°C superiore
22 GEN
Danni pesantissimi a causa delle devastanti mareggiate, tanta neve in montagna
22 GEN
Dopo siccità ed incredibili incendi arrivano forti temporali
22 GEN
Il fumo alla fermata dell’autobus… e le scorregge? tratto da www.aduc.it