In pubblicazione il 7 NOV 2019

Acqua alta a Venezia, un’infelice concomitanza di 3 eventi

Un mixing di luna, vento e bassa pressione


Fonte Immagine: pinterest.com

 

Venerdì 8 novembre una nuova perturbazione, porterà anche l’acqua alta a Venezia.  La marea dovrebbe superare gli 80 cm  nella sera fino a toccare il valore massimo di 110 cm alle 09.10. 

 

Ma da che cosa è provocata l’acqua alta a Venezia?

Le onde di marea sono impercettibili al largo e soltanto sulla fascia costiera sono rese visibili dalla variazione di livello delle acque. Ma in prossimità delle coste gli effetti scatenati dal vento si combinano molto spesso con quelli legati all’attrazione lunare e al passaggio di una perturbazione.

Un vento di 20-30 nodi proveniente dal mare (Scirocco) e che soffi per più di 12-24 ore, riesce ad ammassare sottocosta enormi volumi d’acqua sottratte al pelo libero del mare, innalzando in tal modo di qualche metro il livello delle acque costiere.

Il fenomeno assume proporzioni ancor più rilevanti sulle coste esposte a venti molto forti e dotati nello stesso tempo di un elevato fetch  (la distanza percorsa dal vento sul mare senza incontrare ostacoli), come avviene di solito sulle coste nordatlantiche europee con le burrasche da sudovest, sulle coste tosco-laziali con le libecciate e sulle coste dell’Alto Adriatico con venti sciroccali da sudest.


 

Ma anche le variazioni della pressione atmosferica  intervengono, insieme al vento, nel perturbare la quiete del mare  Quando la pressione scende – come sempre capita quando si avvicina un centro di bassa pressione associato ad una perturbazione atlantica o nord africana oppure in presenza di luna piena o nuova - si alleggerisce il peso della colonna d’aria che grava sulla superficie marina e, così come avviene nella liberazione in una molla compressa, il mare tende  bruscamente a sollevarsi.. Una   diminuzione  di 1 hPa fa  innalzare il mare di quasi 1 cmM. a se la variazione della pressione è piuttosto rapida -  ad esempio, superiore a 1-2 hPa  all’ora, come solitamente avviene durante il passaggio di intense depressioni frontali  -   la variazione di livello della superficie marina può raggiungere i 6 cm per  hPa. 

 

In più se sulla verticale dl luogo compare anche la luna piena che risucchia verso l’alto le acque del mare (marea astronomica) , allora il rigonfiamento del mare è certo.

Il fenomeno dell’ acqua alta  a Venezia  è appunto l’effetto di una infelice congiuntura tra un’alta marea al plenilunio/novilunio e forti venti sciroccali da sudest sospinti lungo l’Adriatico da una profonda depressione con centro sui mari ad ovest dell’Italia ma in estensione a tutta la penisola.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

31 MAR
Residui fenomeni sulle regioni centro meridionali della Penisola
La primavera di Botticelli
31 MAR
Tempi duri per i meteoropatici quando “scoppia” la primavera
30 MAR
Un fronte freddo attraverserà velocemente l'Italia da Nord verso Sud
30 MAR
Anche L'Emilia Romagna risentirà dall'afflusso freddo settentrionale
31 MAR
La grande metropoli americana è oramai al collasso e in aiuto giunge anche la nave ospedale della Marina Militare Americana
22 MAR
Danneggiato l'ospedale, due le forti scosse di terremoto
22 MAR
Un rapporto appena diffuso da SIGEA fa il punto su quanto emerge dall'analisi preliminare riguardante l'eventuale ruolo del clima sulla diffusione del virus