In pubblicazione il 28 GIU 2020

Anticiclone africano: due ondata intense per i primi di luglio

Temperature massime oltre i 35 gradi in diverse aree italiane


Fonte Immagine: PIVOTAL METEO

 

Il contesto meteorologico fino al 6 luglio verrà caratterizzato dall’alta pressione. Per tutto il periodo previsionale condizionerà le giornate portando la prima vera ondata di caldo estivo, che inizialmente non sarà totalmente di matrice nord africana, ma nonostante questo spingerà i valori massimi fino a 34 - 35 gradi su alcune regioni dell’Italia. 

Roventi novità per i primi giorni di luglio, perché interverrà l'anticiclone nord africano con due ondate in rapida successione, una parentesi prettamente stabile con caldo intenso, anche se dopo il 6 qualche elaborazione inizia già a confermare l’intervento di correnti più fresche, ma questo necessita di ulteriori conferme. 

Andiamo con ordine: la prima fase, da oggi fino al 30 giugno, goderemo della compagnia dell’alta pressione che si allunga dal Mediterraneo occidentale verso l'Europa nord orientale; in queste ultime aree prevarranno delle correnti verticali discendenti che comprimeranno la colonna d'aria dove sussistono contributi d’origine subtropicale esaltando il caldo e quindi arriveranno al suolo piuttosto roventi. Per quanto riguarda invece la fenomenologia avremo solo da locali temporali ad evoluzione diurna sulle Alpi. 

Nella seconda fase, tra l'uno ed il 3 di luglio, arriverà come accennato l'anticiclone nord africano, portando la prima ondata di caldo africana sulla Penisola; non saranno comunque esclusi locali fenomeni con rovesci e temporali pomeridiani sulle Alpi che potrebbero spingersi anche sulle pianure limitrofe a nord del Po, tra sulla Lombardia e Triveneto. 


La terza ed ultima fase, tra il 4 e il 6 di luglio, verrà caratterizzata dalla seconda ondata di caldo africano e si differenzierà dalla prima perché avremo una generale assenza di fenomeni di rilievo, quindi mancheranno anche i classici temporali ad evoluzione diurna sui rilievi che portano normalmente un po’ di refrigerio. 

Dal punto di vista delle temperature, tra il 28 ed il 30, avremo valori massimi inferiore ai 30 gradi lungo le coste, mentre si potrebbero invece toccare valori fino a 33 gradi sulle aree interne di Toscana, Umbria, Lazio e fino a 34 - 35 sull'Emilia e sulle Isole Maggiori, con picchi di 36 - 37 sul foggiano. Per quanto riguarda invece il resto della Penisola, non si andrà oltre i 30 - 32 gradi. 

Tra il 1 ed il 3 di luglio, avremo un lieve incremento, anche se le temperature rimarranno inferiori ai 30 gradi su gran parte delle coste, sui 34 - 35 gradi su Toscana, Umbria, Lazio, sui 37 - 38 sulla lungo la Val Padana e sulle aree interne delle due Isole Maggiori, mentre altrove le temperature massime oscilleranno tra i 30 ed i 32 gradi. 

Infine tra il 4 ed 6 di luglio, la colonnina di mercurio toccherà massime intorno ai 36 - 37 gradi su Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, foggiano e materano, mentre ci fermeremo sui 33 - 34 sull'interno delle due Isole Maggiori e sulla bassa Lombardia.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

14 LUG
Cosa c'è di vero sulla (Possibile) ondata di caldo a fine mese? E agosto, come sarà? Possiamo già dare qualche delucidazione?
13 LUG
Continua il periodo caratterizzato da clima gradevole e caldo senza eccessi su tutto il paese.
12 LUG
Settimana gradevole per le regioni centro-meridionali. Sole sulle coste, temporali qua e là sui rilievi, caldo normale e niente afa
10 LUG
Allerta arancione in Lombardia: gialla su diverse regioni del Nord
13 LUG
Continuiamo il nostro viaggio attraverso i climi dell’Europa analizzando quello di questi due paesi dell’Europa Orientale
13 LUG
Distintamente avvertita dalla popolazione
12 LUG
E' proprio grazie alle loro eruzioni di qualche milione di anni fa che l’atmosfera ha la attuale composizione chimica...