In pubblicazione il 24 GIU 2019

Esaurimento da caldo e colpo di calore. Vittime anche tra i giovani

I segnali di allarme, come intervenire, la prevenzione


Fonte Immagine: pinterest.com

 

Studi clinico-statistici mostrano che in ogni estate in Italia muoiono in più  mediamente 2000-2500 persone, principalmente tra gli over 80 anni.
Ma, con sorpresa, il caldo uccide anche molti  giovani perché spesso costoro, anche in presenza di caldo intenso, fanno sforzi, magari nelle ore centrali del giorno. Perché? anche di una moderata attività fisica il corpo si surriscalda mediamente del 20-40% in più e quindi, in concomitanza di caldo intenso, più facilmente il l’organismo supera i letali 40 gradi.

 

L’esaurimento da caldo

L'esaurimento da calore è il precursore del colpo di calore ed è un aumento della temperatura corporea, a seguito ad una perdita eccessiva di liquidi per sudorazione,  non prontamente reintegrati.

Ecco i sintomi: forte sudorazione, polso rapido, vertigini, affaticamento, pelle fresca e umida, pelle d'oca, crampi muscolari, nausea e mal di testa.

 

Il colpo di calore


Quando l'esaurimento del calore vien ignorato, la temperatura corporea sale oltre 40 gradi e conseguente decesso per colpo di calore ( da non confondere con il colpo di sole).

I sintomi del colpo di calore: stato mentale alterato, nausea e vomito, pelle arrossata, accelerazione nel respiro  e nel battito, assenza di sudorazione proprio perché il corpo ha perso tutti i liquidi per sudorazione.

 

Come intervenire su un soggetto vittima del caldo intenso

  • Se si sospetta un esaurimento da calore rimuovere il malato dal calore e  raffreddarlo, se possibile.
  • Allentare i vestiti stretti, bagnare il corpo con acqua.
  • Impacchi di ghiaccio sotto le ascelle e l'inguine.
  • Far bere molta acqua.
  • Ma evitare alcol, caffeina e elevate quantità di zucchero.

 

Prevenzione

  • Non fate sforzi  fisici (lavori manuali, corsa, bici, football, beach volley).
  • I giorni più letali sono quelli della prima ondata estiva di forte caldo perché  il corpo non ha ancora avuto modo di acclimatarsi al calore intenso, ma occorre un po’ di giorni per farlo.
  • L'idratazione aiuta a mantenere il corpo a una temperatura di 36.5-37°C.
  • Bevete più di quanto pensate necessario. Una volta che avete sete,  significa che è già iniziata la disidratazione. Allo scopo portare con sé una bottiglietta di acqua.


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

15 LUG
La perturbazione si concentrerà sulle regioni meridionali, dove porterà numerosi temporali, localmente anche intensi
15 LUG
Colpite soprattutto le regioni peninsulari, attenzione a forti fenomeni
14 LUG
Aria fredda in arrivo, localmente non si andrà oltre i 20 gradi in pieno giorno
14 LUG
Allerta arancione della Protezione Civile su Lombardia, Liguria e Toscana
15 LUG
I primati mondiali di uno dei fenomeni atmosferici più imprevedibili e distruttivi
15 LUG
Emeregnza incendi in Sardegna, impegnate tantissime squadre
15 LUG
Aumento notevole della portata del Mississippi