In pubblicazione il 4 GIU 2019

Estate 2019: molto calda ma non da record

Ma in termini quantitativi cosa intendiamo con “molto calda”?


Fonte Immagine: pinterest.com

 

Le estati più calde degli ultimi 50 anni cadono tutte negli anni ‘2000 per colpa del surriscaldamento del pianeta. 

Le estati più calde di sempre

Le estati più calde in assoluto vedono al primo posto il 2003 con una media delle temperatura massime di 31.8 (+ 3°C al di sopra della media pluriennale), poi a seguire il 2017 con 30.6 °C, 2012 con 30.5 °C, 2015 con 29.9 °C. Tutte le altre estati dal 1948 ad oggi hanno avuto una media inferiore a 29.9°C. 

Schermata%202019-06-04%20alle%2018_12_10.png

Ma le medie possono essere molto ingannevoli - come del resto avvenuto nelle estati del  2005, 2006 e 2007 – dato che in una data estate, mesi molto caldi si alternino con mesi alquanto freschi cosicché alla fine la media di quella particolare estate può risultare prossima alla media estiva pluriennale, dando la falsata impressione di una normale estate. Per ovviare all’inconveniente abbiamo allora esaminato anche il numero di giorni nei quali si sono verificate ondate di caldo temperature maggiori 34°C Tabella sotto). Abbiamo scelto la soglia di 34 gradi per due motivi:

  • Oltre 34 gradi in genere l’organismo dei più, specie però quello degli anziani, avverte forte disagio psico-fisico;
  • Con temperature oltre 34 gradi e umidità, normale, del 50%, il nostro organismo avverte una “temperatura prossima a 40°C, con possibili serie ripercussioni sulla di persone anziane, cardiopatici e malate di insufficienza respiratoria

Schermata%202019-06-04%20alle%2017_36_26(3).png

Estati con Niño/Niña e/o siccità primaverile

La tabella mostra ancora ai primi 4 posti le annate sopra già citate.  Le estati fresche (in blu) sono quelle avvenute in presenza di Niña (anomalo raffreddamento delle acque del Pacifico tropicale con conseguente indebolimento dell’anticiclone africano. Le 4 estati con caldo record sono avvenute  invece in presenza o di forte siccità primaverile (come 2017 e 2003) e/o di un forte evento di Niño, con conseguente rafforzamento dell’anticiclone Nord africano, come nel 2003, 2009, 2012, 2015 


enso-linked-global-temperature-trends%20(2).jpeg

 

Quanto calde le  estati "neutre" ovvero influenzate solo dal Global warming, come nel 2019?

Le  restante annate “neutre” sono quelle influenzate solo dal Global Warming, così come è avvenuto nel 2018  e come sarà nella estate nel 2019.  Si riconosce comunque che nelle estati “neutre” il numero di giorni con caldo estremo tra 35 e 45, per lo più concentrati in luglio-agosto, ovvero in 62 giorni. 

Quindi chi cerca di spaventarvi dicendo che l’estate 2019 sarà caldissima, come se fosse eccezionale, in realtà scopre l’acqua calda!

Conclusione:

Quindi l'estate 2019 si preannuncia molto calda, come quasi tutte le estati “neutre” degli anni  ‘2000 ma non sarà caldo record. Comunque ci farà soffrire molto perché, anche se "normalmente calda", dovremmo comunque sopportare almeno 35-45 giorni con temperature oltre 34 gradi, un numero molto superiore a quello delle estati degli anni '70-90. 

© vietata la riproduzione, anche parziale, di questo articolo



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
Correnti a 5500m fino al 17 agosto
14 AGO
Meteo 14-22 agosto.  Inizia il fresco atlantico ma poi di nuovo il caldo. Alla fine torna l'Atlantico
14 AGO
Dopo il passaggio delle fresche correnti atlantiche le condizioni meteo saranno in generale buone, con sole e temperature contenute
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola
9 AGO
Visibile da decine di chilometri la colonna di fumo nero. Fiamme dall’una di questa notte
8 AGO
In alcune zone del Pianeta i temporali sono particolarmente numerosi e i fulmini cadono molto più numerosi che altrove