In pubblicazione il 19 LUG 2020

Estate 2020. Dominio dell’Anticiclone delle Azzorre anche in agosto?

Merito di una tipica anomalia in atto sul Nord Atlantico

Anomalie in atto nella temperatura delle acque superficiali del Nord Atlantico
Anomalie in atto nella temperatura delle acque superficiali del Nord Atlantico
Fonte Immagine: NOAA

L’anticiclone Nord Africano in questa prima parte dell’estate ha fatto solo fugaci comparse sull’Italia perché è tuttora arretrato di 200-300 km rispetto alla posizione più avanzata verso Nord che dovrebbe occupare in estate. Vedi al riguardo l’articolo ancora-con-poco-anticiclone-africano


Ma questo non spiega un’altra anomalia climatica dell’estate 2020:


ovvero la maggiore presenza dell’anticiclone delle Azzorre fino al Centronord dell’Italia. La latitanza dell’Africano potrebbe al più avere favorito più numerose perturbazioni atlantiche ma non può essere la causa di una maggiore presenza dell’anticiclone delle Azzorre.

 

Perché Anticiclone delle Azzorre più presente che nelle estati del recente passato

Ebbene qui dimostreremo che la maggiore invadenza dell’anticiclone delle Azzorre nella corrente estate è fortemente correlata ad un anomalia in atto nella temperatura delle acque superficiali del Nord Atlantico, anomalia nota come Tripolo Nord Atlantico positivo

Ma cosa è il  “Tripolo Nord atlantico positivo“.

E’ una frequente e persistente struttura della SST (Sea Surfcae Temperature) nel Nord atlantico costituita da tre aree adiacenti e disposte grosso modo in verso longitudinale, all’interno delle quali le anomalie nella SST assumono alternamente segni opposti

Ecco le 3 aree che compongono il tripolo:

la n.1, una fascia appena a Nord dell’Equatore;

la n.2 estesa dalle coste Sud orientali degli USA verso l’aperto Atlantico

la n.3 dalle Isole britanniche fino alle coste di Terranova.

Il tripolo è definito positivo quando è del tipo – + – ossia,  prima fascia, quella più a Nord, con anomalia SST negativa (-), ossia più fredda della norma.; seconda fascia, quella di mezzo, con anomalia positiva (+) SST; terza fascia,quella a latitudini equatoriali, di nuovo negativa. In figura è invece riportato un tripolo negativo (figure sotto).

fig%201(1).jpg

 

Ebbene in questa estate sul Nord Atlantico è in effetti in atto un tripolo positivo (figura sotto)

fig%202.jpg

 

Il tripolo positivo rafforza l’anticiclone delle Azzorre

Ed ecco la lieta sorpresa: dati di osservazioni pluridecennali indicano che vi è una forte correlazione tra le 3 aree del tripolo e la corrispondente struttura barica sull’Oceano Nord Atlantico, come evidenzia la figura sottostante ove è riportata la correlazione tra il segno del tripolo e le anomalia di pressione osservata in estate alla quota media di 5500m.

fig%203.jpg

E’ evidente una forte correlazione positiva ((70-80%! ) – ossia dello stesso segno – nella fascia  ossia il tripolo positivo tende a generare una anomalia anch’essa positiva di pressione alla quota media di 5500m  ovvero rafforza la pressione atmosferica nell’area occupata di solito dall’anticiclone delle Azzorre.

Stante l’inerzia con la quale si modifica la SST, è credibile prevedere che tale gradita anomalia possa restare per tutta l’estate!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 GEN
Lunga fase di maltempo alle porte: schiarite solo nel fine settimana, ma non per tutti.
22 GEN
Una serie di perturbazioni porterà un deciso cambiamento del tempo su tutta la regionale: con fasi di maltempo intervallate da piogge, rovesci, e venti di burrasca. Miglioramenti attesi nel corso di lunedì
22 GEN
Una perturbazione di origine atlantica farà sentire i suoi effetti soprattutto al Nord e regioni tirreniche, neve solo su alcune zone
21 GEN
La tradizione quest'anno non verrà probabilmente rispettata, ma interessanti novità in vista
21 GEN
Le temperature medie planetarie continuano a salire e anche il 2020 ha stabilito numerosi record in diverse regioni del Mondo, compresa l'Europa
20 GEN
Una disciplina particolare, che tenta di ricostruire il passaggio di violente tempeste formatesi in tempi lontani
19 GEN
Ma poi il gelido vortice polare diserterà l’Europa almeno per 10-15 giorn