In pubblicazione il 1 AGO 2019

Fiammata africana: caldo intenso su materano, Lucania, Puglia, Calabria, Sardegna e Sicilia

L'alta africana spingerà forte al Centro Sud: picco delle temperature per il weekend


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Fiammata intesa al Sud Italia

I primi giorni del mese di agosto ricalcheranno a grandi linee la situazione in atto, ovvero avremo un Nord Italia solo lambito dal dominio anticiclonico africano - sotto gli effetti delle più instabili correnti atlantiche - con tempo spesso dinamico foriero d’intensi fenomeni a sfondo temporalesco fin verso le pianure, mentre un Sud alle prese con una delle più forti fiammate africane di questa stagione estiva che porterà la colonnina di mercurio ben oltre i valori tipici del periodo.


Analisi e previsione

Andiamo però con ordine: come accennato fino al 12 agosto ci terrà compagnia tra alti e bassi a più riprese l’anticiclone nord africano, in particolare sulle regioni tirreniche, aree interne centro meridionali, settori ionici e due isole maggiori. 
L’andamento di questa prima parte del mese verrà quindi suddiviso in tre principali fasi.

Nella prima, cioè tra l’1 ed il 3 agosto, avremo appunto un po' di africano al Centro-Sud che garantirà un rialzo sensibile delle temperature che si porteranno tra i 28 ed i 32 gradi sulle regioni settentrionali più ai margini ed influenzate dalle fresche correnti atlantiche (siamo a rammentare che valori sui 28-32 rientrano in piena media per questo periodo dell’anno), mentre raggiungeremo facilmente massime di 35-37 gradi sulla Puglia, sul materano, aree interne della Calabria e delle due isole maggiori; sulle restanti regioni, rimarremo tra i 30-33 gradi

Nella seconda fase, tra il 4 ed il 6 in concomitanza con il primo weekend di agosto, l’africano guadagnerà terreno su tutta l’Italia lasciando comunque le briglie allentate sulle aree settentrionali con temperature sui 28-32 gradi e generalmente non oltre i 33°C. Continuerà a far molto caldo invece sulle regioni meridionali in particolare sulla Puglia, Lucania, Calabria, aree interne delle isole maggiori, ove si toccheranno i 34-36 gradi

L’ultima fase, la terza dell’orizzonte previsionale tra il 7 ed il 10 agosto, verrà caratterizzata da una maggiore invadenza atlantica specialmente al Centro-Nord. Ci saranno rovesci e temporali in questa fase sul Piemonte, Lombardia, quasi tutto il Nord Italia, Toscana, Umbria e le Marche, mentre sul Meridione insisterà ancora l'africano con intensità sempre moderata o forte: su materano, Lucania, Calabria e le due isole maggiori si toccheranno difatti massime tra i 34 - 37°C.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

23 GEN
Una perturbazione aggiungerà l'Italia e farà sentire in suoi effetti, in termini di piogge e nevicate, soprattutto nel fine settimana
21 GEN
L’aria “pulita” in natura non esiste né è mai esistita. La naturale composizione dell’aria
21 GEN
Gran parte del mese di Gennaio sembra scorrer via senza grossi sussulti sul vecchio continente
20 GEN
Secondo la statistica climatica l'evento ha discrete probabilità
22 GEN
La media è quasi di 10°C superiore
22 GEN
Danni pesantissimi a causa delle devastanti mareggiate, tanta neve in montagna
22 GEN
Dopo siccità ed incredibili incendi arrivano forti temporali
22 GEN
Il fumo alla fermata dell’autobus… e le scorregge? tratto da www.aduc.it