In pubblicazione il 2 MAG 2019

Freddo “quasi” record per maggio, neve a bassa quota al Centro Nord

Aria piuttosto fredda giungerà dal Nord Europa: entrerà sulla Penisola nella notte di sabato 4 maggio


Fonte Immagine: WXCHARTS

 

I modelli continuano a confermare delle fredde sorprese per la giornata di domenica, 5 maggio. Ma andiamo con ordine: nella giornata di domani, venerdì 3 maggio, il maltempo tornerà al nord con rovesci e temporali, in estensione con il passare delle ore anche alla Toscana. 

Qualche pioggia raggiungerà anche il basso versante Tirrenico tra la serata e la notte, ma il vero peggioramento giungerà nella giornata di sabato 4 maggio, quando le condizioni meteo peggioreranno fortemente su buona parte dell’Italia, con fenomeni sparsi anche a sfondo temporalesco, probabili forti colpi di vento e intense grandinate, più probabili sulle regioni centro meridionali. Tempo ancora discreto sulla Sardegna, sull'alto versante Tirrenico e nella seconda parte della giornata sul nord ovest. 

Attenzione però domenica, perché appunto giungerà aria fredda con nevicate sulle regioni nord orientali fino a quote molto basse per il periodo, quindi anche sull'Emilia Romagna, sull'Italia centrale. 


Su tali regioni la neve cadrà fino a quote di 500-600 metri, considerato che domenica 5 mattina il livello dello zero termico sulle regioni sopra menzionate sarà tra gli 800 ed i 1000 metri, si attendono fiocchi di neve tra i 400 ed i 600 metri. Nevicate così a bassa quota con accumuli sostanzialmente significativi non si erano mai verificati in maggio nel corso degli ultimi 50 anni. I valori termici massimi crolleranno nell’ordine dei 10 gradi per 24-36 ore

Forti venti di Bora soffieranno con raffiche fino 70 km/h sulle coste venete e romagnole con conseguenti forti mareggiate.

Tempo un po più tranquillo invece sul versante tirrenico e sul sud Italia.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola
9 AGO
Visibile da decine di chilometri la colonna di fumo nero. Fiamme dall’una di questa notte
8 AGO
In alcune zone del Pianeta i temporali sono particolarmente numerosi e i fulmini cadono molto più numerosi che altrove