In pubblicazione il 9 NOV 2021

FREDDO e NEVE in arrivo, il balletto dei modelli e le ultime novità

Le proiezioni modificano in parte le modalità con cui le fredde correnti polari porteranno un assaggio di tempo invernale


Fonte Immagine: Pixabay modificata

Allora, freddo intenso e neve, arrivano davvero oppure è tutto rimandato? Ebbene, negli ultimi giorni i principali modelli previsionali, seppur con modalità e tempistiche leggermente differenti, hanno indicato una concreta possibilità di prima vera zampata invernale per il periodo intorno al 16-18 novembre: uno scenario che gli ultimi run (cioè le ultime proiezioni) dei modelli hanno in parte modificato, senza tuttavia rinnegare del tutto, anzi! Ma vediamo allora cosa potrebbe accadere. 


La scelta per freddo e neve della prossima settimana

Insomma, cosa decideranno di fare le gelide correnti polari che, oramai pare certo, la prossima settimana muoveranno all’assalto dell’Europa? Ebbene, nelle sue ultime proiezioni il modello europeo (ECMWF) vede una configurazione meteo un po’ differente rispetto a quanto ipotizzato nei prossimi giorni, con l’alta pressione a occupare un’ampia fetta dell’Europa Orientale, costringendo così le fredde correnti polari a girare più lontano dal Mediterraneo, limitandosi a sfiorare appena la nostra Penisola. Insomma, refoli di gelo arriveranno anche da noi, sempre da est, ma si tratterà solo di un assaggio: le temperature quindi dovrebbero calare, ma in modo meno brusco rispetto a quanto previsto nei giorni passati e con nevicate (sempre più che altro sull’Appennino) a quote più elevate. Quindi tutto rimandato? Non è detto, perché se il modello europeo ha fatto un passo indietro, quello americano ne ha fatti due in avanti!



Situazione meteo alle 00Z di martedì 16 novembre, geopotenziale e temperatura a 850 hPa (METEOGIULIACCI)

Secondo il run 00Z di oggi di questo modello le gelide correnti polari, anziché arrestarsi sui Balcani, dovrebbero affondare con maggior decisione il loro assalto verso la nostra Penisola, portando un più brusco e marcato calo termico, sebbene temporaneo e concentrato più che altro nella giornata di martedì 16, quando sul versante adriatico dell’Appennino anche la neve potrebbe spingersi fino a quote molto basse. Insomma, qualcosa a inizio della prossima settimana dovrebbe capitare, ma il destino di freddo e neve non è ancora ben delineato. C’è però un altro clamoroso ancora più scenario che sembra prospettarsi per la settimana successiva.

La possibile spallata dell’inverno 

Sempre il modello americano dipinge una svolta invernale a dir poco clamorosa per il periodo dopo il 20 del mese. Chiaro, si tratta di una proiezione a oltre 10 giorni, con affidabilità inevitabilmente ancor meno alta, ma in ogni caso è una possibilità che i modelli cominciano a intravedere. Di quale possibilità stiamo parlando? Di gelide correnti artiche che potrebbero invadere il cuore dell’Europa e da qui sconfinare pure sull’Italia, portando tra il 21 e il 23 novembre temperature decisamente invernali e nevicate fino a quote molto basse al Nord e su diverse regioni del Centro! Lo ripetiamo, al momento si tratta di uno scenario possibile ma, considerati i tanti giorni di distanza, suscettibile chiaramente di notevoli cambiamenti, ma se davvero dovesse realizzarsi, all’improvviso potremmo ritrovarci due mesi avanti nel calendario e vivere giornate di maltempo invernale tipiche di gennaio-febbraio! Chiaramente seguiremo gli sviluppi descritti dai modelli e nei prossimi giorni vi terremo aggiornati sull’eventualità che l’inverno anticipi davvero il suo arrivo.

 

Gli approfondimenti del TEAM DI ESPERTI MeteoGiuliacci

Quanto sarò NEVOSO l'inverno? Attenzione alla risposta !!

Quanta NEVE cadrà in futuro? la risposta VI STUPIRA' !!!

Torna ad eruttare uno dei vulcani piu' grandi al Mondo, in Giappone

La SCOPERTA: CAMBIAMENTI CLIMATICI o UOMO, dietro la fine dei MAMMOUTH?

Con il CAMBIAMETO CLIMATICO si trasformeranno anche le CITTA' DEL FUTURO: ecco come!

METEO metà novembre: SORPRESE NEVOSE? Vediamo le ipotesi



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 NOV
Il Nord-Ovest italiano è la zona più in deficit d'Italia (rispetto alle sue medie) e continua a ricevere troppo poco. Ci sarà una svolta?
25 NOV
Scopriamo come sarà il tempo sul nostro paese questo fine settimana
25 NOV
Due perturbazioni ci accompagneranno sul finire di questo mese in Emilia-Romagna, portando dei peggioramenti anche nevosi fin sulle colline
25 NOV
Le ultime proiezioni modificano la previsione, ma confermano comunque scenari favorevoli alla neve
26 NOV
Importante frana a Ischia: apprensione in queste ore per salvare vite umane e per quantificare i danni
22 NOV
Segnalati piogge torrenziali, nubifragi, venti da tempesta, acqua alta
9 NOV
Uno dei più forti terremoti delli ultimi anni in Italia
19 OTT
Scopriamo in che condizioni idriche si trova il nostro paese