In pubblicazione il 11 MAR 2021

FREDDO e NEVE in arrivo, le ultime NOVITA’

Nuove conferme sull’imminente colpo di coda dell’inverno atteso nel corso della prossima settimana


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Man mano che passano i giorni, i modelli previsionali regalano nuove conferme sul colpo di coda dell’inverno atteso proprio in prossimità dell’inizio ufficiale della primavera. E’ infatti molto probabile che intorno alla metà della prossima settimana un nucleo di aria molto fredda, di origine polare, scenda dalle alte latitudini direttamente sul Mediterraneo Centrale, sfruttando il corridoio atmosferico che si aprirà tra l’Anticiclone delle Azzorre, allungato verso l’Islanda fino a latitudini insolitamente alte, e un’attiva area depressionaria che si posizionerà sull’Europa Centro-Orientale.


Dopo un primo calo delle temperature atteso tra domenica e lunedì, causato dall’afflusso di fredde correnti nord-atlantiche, secondo le ultime proiezioni l’avanguardia di un nucleo di aria polare irromperà sull’Italia nella giornata di martedì, quando è previsto quindi un sensibile calo termico soprattutto al Centronord. L’aria più fredda però sfonderà sul nostro Paese tra mercoledì e giovedì, giornate in cui il calo delle temperature sarà più marcato e diffuso, tale da dare al tempo sapore decisamente invernale.


Le correnti fredde arriveranno sull’Italia prevalentemente attraverso l’Adriatico, e ciò significa che, in termini di piogge e nevicate, le conseguenze si avvertiranno più che altro al Centrosud. Al momento quindi le proiezioni dei modelli vedono la possibilità di nevicate fino a bassa quota per lo più confinate alle regioni centrali adriatiche e al Sud, e anche se i fiocchi potrebbero raggiungere alcune importanti città, difficilmente riusciranno a spingersi fin sulle coste.

Mancano comunque ancora un po’ di giorni al realizzarsi del colpo di coda dell’inverno e, sebbene l’arrivo del freddo sia oramai decisamente probabile, l’entità e le modalità del peggioramento di stampo invernale rimangono ancora incerti, come dimostrato dal fatto che, a ogni uscita dei modelli, cambia leggermente lo scenario proposto, con differenze anche tra quanto proposto dai differenti modelli. Bisognerà insomma attendere i prossimi giorni, e i nuovi aggiornamenti prodotti dai computer, per capire meglio come l’inverno deciderà di riproporsi sul nostro Paese.  



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

25 LUG
Eventi meteo estremi sempre più frequenti!
25 LUG
Italia divisa in due: fenomeni forti sulle settentrionali, qualche piovasco anche tra Toscana e Sardegna. Sole e caldo intenso sulle meridionali
24 LUG
Vediamo come si presenterà il tempo meteorologico la prossima settimana
Graphics: ZAMG
18 LUG
Domenica le inondazioni si sono spostate nelle parti meridionali e orientali della Germania e nella vicina Austria
15 LUG
Colpita soprattutto la valle del fiume Ahr in Renania