In pubblicazione il 29 GEN 2021

Freddo polare intorno al 10-13 febbraio? Conferme odierne

Confermata la preannunciata lunga assenza dell’inverno


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Negli ultimi 7-10 giorni abbiamo più volte annunciato che, dopo la recente ondata di freddo del 26-27 gennaio, l’inverno si sarebbe preso una lunga pausa di riposo


Vedi qui


Le ondate di freddo polare, sono preannunciate da mutamenti della stratosfera polare

Del resto le vere ondate di freddo polare sono preannunciate non mediante l’analisi delle  solite mappe  (500 hPa, 850 hPa) della troposfera (0-10 km). E’ indispensabile invece esaminare i mutamenti in atto e previsti nella Stratosfera (20-50km) al di sopra del circolo polare, là dove è ben ancorato il gelido vortice polare (VP). 

Solo da circa 10-15 anni i modelli  elaborano previsioni accurate delle Stratosfera polare e quindi tali mappe ai tempi di “Bernacca” non erano disponibili,  anche perché non erano nati i modelli fisico matematici, per cui le previsioni non si spingevano oltre 2 giorni (lo dico per esperienza vissuta negli anni ‘70)

Ma perché la stratosfera polare è basilare per prevedere le ondate di freddo intenso

Per i seguenti motivi

  • Le vicende della Stratosfera sono meglio prevedibili dai Computer che nella troposfera perché a 20-50 km di quota non si avvertono più le influenze del suolo (topografia, rugosità, tipo di copertura del suolo, flussi di calore e di vapore) che oggigiorno sono espresse con equazioni empiriche e come tali fallaci.
  • Gli eventi di fuoriuscita del Vortice polare (VP)  dal circolo polare verso medio-basse latitudini (splitting) è sempre preannunciata con 7/10  di anticipo da un forte riscaldamento (+20-30 gradi) della Stratosfera polare (Stratwarming) nella sezione del circolo polare  ove sia riuscito ad incunearsi un vasto promontorio alta pressione,  sotto forma di cresta di un’onda lunga di Rossby, e facente parte di uno degli anticicloni permanenti subtropicali (anticiclone del Pacifico settentrionale, anticiclone delle Azzorre, anticiclone Indiano). Ricordiamo che tali anticicloni sono pieni di aria calda tutte le quote e quindi quandio arrivano sul ciriolco polare portano aria calda là dove fino poco prima era presente il gelido VP (da qui lo strawarming).
  • Quando è l’anticiclone del Pacifico ad invadere il circolo polare dal lato opposto all’Europa, allora il VP  viene catapultato al di là del circolo polare verso le medio/basse latitudini del Nord Atlantico e del Nord Europa.

In genere il VP, una volta defenestrato da circolo polare, viene frantumato un 2-3 spezzoni che seguitano a muoversi da ovest verso Est con una media velocità   tra 40 e 60 km/ora, una situazione ancora in atto oggi da un mese.

Quando il freddo polare potrà raggiungere di nuovo l’Italia

Un evento di  forte stratwarming  (+ 30 gardi) su lato Pacifico è già accaduto tra la fine di dicembre 2020 i primi di gennaio 2021.

Schermata%202021-01-29%20alle%2013_08_59.jpg

I vari spezzoni del VP, hanno già colpito l’Italia 3-4 volte in questo mese di gennaio.

Ma ecco ove è prevista la loro posizione il 7 febbraio.

Un primo spezzone poco consistente  ( colore marrone  chiaro) previsto il 7 febbraio sull’Italia,  potrebbe dare luogo a  modesto calo delle temperature intorno all’8 di febbraio.

Schermata%202021-01-29%20alle%2013_16_38.jpg

Le soprese invece potrebbero derivare dallo spezzone più intenso ora sul Nord Atlantico (colore marrone più scuro), distante, oggi 29 gennaio ancora circa 4000km dall’Italia, il  quale nel suo movimento da Ovest verso Est a velocità di  circa 40-50km,  dovrebbe raggiungere l’Italia intorno il 10-13 febbraio.

Conclusione

E’ possibile che  arrivi un’altra  ondata di freddo polare  sull’Italia tra il 10 e il 13 di febbraio



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

12 APR
Una nuova perturbazione sta attraversando l'Italia e porterà sul nostro Paese diffuso maltempo e generale calo delle temperature
10 APR
La perturbazione che ha investito l’Italia porterà piogge diffuse, in alcune regioni anche piuttosto insistenti e abbondanti
10 APR
Forte maltempo da stasera a martedì, NON CI SONO PIU DUBBI
8 APR
Catastrofiche gelate che hanno decimato i raccolti. Avevamo già messo in conto una situazione potenzialmente pericolosa.
8 APR
I bruschi cambiamenti del clima previsti per i prossimi decenni potrebbero rendere particolarmente incerto e instabile il panorama economico globale
7 APR
Impressionante colonna di fumo, visibile da decine e decine di km.