In pubblicazione il 9 GEN 2021

Freddo polare su Europa centro-orientale fino al'Italia dall’11 al 25 gennaio?

Un evento probabile a seguito di una prevista duratura situazione di "blocco atlantico"


Fonte Immagine: pinterest

Il termine "blocco" (in inglese "bloking") si riferisce a una classe di sistemi meteorologici a latitudini medio-alte. 


Le caratteristiche comuni  di una configurazione barica di  “blocco”  sono la persistenza, la quasi stazionarietà in loco delle ampie ondulazioni meridiane (onde planetarie o di Rossby) a cui sono soggette le correnti occidentali  che invece in condizioni normali invece dovrebbero essere confinate tra 30 e 60 gradi di latitudine . Insomma le correnti occidentali vengono deviate  verso  in senso meridiano e quindi si blocca il loro movimento lungo i paralleli.


Ma le correnti meridiane danno luogo forti invasioni di aria  calda dall’ equatore verso polo e  a durature discese di aria fredda tra polo ed equatore. I blocchi invernali atlantici, come quello che sta  pe iniziare, sono costituiti a livello barico da una grande onda anticiclonica verso il polo (in marrone nelle immagini allegate), con asse del promontorio prossimo al meridiano di Greenwich e contornato  a destra e a sinistra, tra le opposte sponde dell’Atlantico,  da due cicloni protesi verso le  basse  latitudini .

Le correnti a decisa componente meridionale hanno la caratteristica di bloccare fil lusso occidentale per un periodo prolungato anche di 1-2 settimane come nella presente circostanza una settimana o anche più a lungo.

Gli eventi sono in genere  associati a condizioni meteorologiche estreme regionali, come il  freddo intenso in inverno. 

Infatti sul lato dx dell’onda anticiclonica  quindi scorrono  per molti giorni correnti direttamente dal polo verso basse latitudini. Su lato sinistro invece prevalgono correnti meridionali calde  in movimento dalla fascia equatoriale verso il polo il polo.

La prima immagine la configurazione di blocco prevista tra l’11 e il 17 gennaio.

SFif_%201mata%202021-01-09%20alle%2018_54_18.jpg

La seconda immagine, molto simile appuno alla prima,  riporta la configurazione simile di blocco prevista tra il 18 e il 24 gennaio.

Schermata%202021-01-09%20alle%2018_23_34.jpg

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

23 GEN
Sarà una massa polare marittima in arrivo dal Sud del Mar di Groenlandia
23 GEN
Sarà una massa polare marittima in arrivo dal Sud del Mar di Groenlandia
22 GEN
Lunga fase di maltempo alle porte: schiarite solo nel fine settimana, ma non per tutti.
22 GEN
Una serie di perturbazioni porterà un deciso cambiamento del tempo su tutta la regionale: con fasi di maltempo intervallate da piogge, rovesci, e venti di burrasca. Miglioramenti attesi nel corso di lunedì
21 GEN
Le temperature medie planetarie continuano a salire e anche il 2020 ha stabilito numerosi record in diverse regioni del Mondo, compresa l'Europa
20 GEN
Una disciplina particolare, che tenta di ricostruire il passaggio di violente tempeste formatesi in tempi lontani
19 GEN
Ma poi il gelido vortice polare diserterà l’Europa almeno per 10-15 giorn