In pubblicazione il 23 MAR 2022

Giornata Meteorologica Mondiale il 23 marzo

Tema. Preallarme per azioni tempestive contro eventi meteoclimatici estremi


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Il 23 marzo in tutto il mondo si celebra il World Meteorological Day ovvero la Giornata Meteorologica Mondiale.


La Giornata Meteorologica Mondiale

Si tratta di una ricorrenza annuale istituita nel 1950 dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale (World Meteorological Organization) e dedicata al mondo della meteorologia e ai suoi argomenti più attuali. 


Il tema di quest’anno è “Early warning end Early Action. Hydrometeorological and Climate Information for Disaster Risk Reduction” ovvero Preallarme ed azione tempestiva. Insomma, l’importanza delle informazioni idrometeorologiche e climatiche per la riduzione del rischio di catastrofi.

Gli eventi estremi meteoclimatici suscettibili di preallarme

Temporali forti

(venti forti, nubifragi grandine, trombe d’aria):

 preallarme di 2-3 ore di anticipo mediante rete a terra di fulminometri. Metodo: nowcasting ossia estrapolare nelle prossime ore lo spostamento osservato nelle 2-3 passate.

Nubifragi  

Preallerta di 2-3 ore mediante Radar con il metodo nowcasting.

 Alluvioni, inondazioni, Ondate di freddo o di caldo intenso

preallerta di 24-72 ore mediante modelli fisico-matematici con elaborano indice come l’indice EFI (Extreme Forecast Index) elaborato dal Centro meteo europeo ECMWF , che con la Brexit, ha sede a Bologna.

Siccità monitoraggio

Alcuni indici "diretti" utilizzano semplicemente dati di pioggia provenienti da stazioni meteorologiche a terra, altri sono indici "proxy" derivati dall’elaborazione di immagini satellitari che mettono in relazione la risposta della vegetazione a condizioni di stress, altri ancora possono essere relativi alle condizioni di umidità del suolo o far riferimento all’idrologia superficiale e sotterranea.

L'Indice  SPI (Standardized Precipitation Index)

Basato sul cumulato progressivo di piogge a partire dal 1° Ottobre (considerato inizio dell'anno idrologico) e fino a 1, 3, 6, 1  12, 24, 48 mesi

Sintetizza L’anomalia percentuale delle precipitazioni tramite lo scostamento dei cumulati di pioggia di un dato periodo, rispetto al cumulato medio del periodo 1995-2016.

Il calcolo delle anomalie viene effettuato su diverse scale temporali principali

EDI - Effective Drought Index

Indice che considera l’accumulo o il deficit di acqua giornaliero ed è funzione della pioggia necessaria al rientro dei parametri alla normalità, ovvero il recupero dopo il deficit accumulato a partire dall’insorgere di un evento siccitoso.

Indici derivati da immagini satellitari

Anomalie NDVI (Normalized Difference Vegetation Index)

Per valutare l'attività fotosintetica, uno degli indicatori più usati è l’indice di vegetazione normalizzato (NDVI), che è calcolato come rapporto tra differenza e somma delle bande del vicino infrarosso (frazione riflessa dalle foglie) e rosso (frazione assorbita da parte della clorofilla):

VCI - Vegetation Condition Index

Indicatore "proxy" delle condizioni di umidità della vegetazione degli ultimi 16 giorni, rispetto ai limiti minimi e massimi di vigoria degli ecosistemi

TCI - Temperature Condition Index

 Indicatore "proxy" delle condizioni termiche superficiali.

In pratica l’indice TCI viene utilizzato per determinare lo stress della vegetazione legati alla temperatura o causati anche da eccessiva umidità

VHI - Vegetation Health Index VHI - Vegetation Health Index

Indicatore "proxy" delle condizioni di salute complessiva della vegetazione; è una stima combinata dello stato termico e di contenuto di umidità della vegetazione.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
Le piogge tanto invocate rimarranno una pia illusione: non basteranno alcuni temporali qua e là per colmare il gap idrico. Siccità persistente fino ad agosto.
24 GIU
Già è partita malissimo sul piano climatico e idrico: non resta che aspettarci altri due mesi difficili...
15 GIU
Temperature da record a causa dell’insistente presenza del bollente Anticiclone Nord-Africano
9 GIU
La scossa avvertita sulla costa con epicentro in mare
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.