In pubblicazione il 25 MAR 2020

Giovedì, una giornata di stampo invernale con maltempo diffuso

Vortice depressionario in evoluzione verso il Centro Sud

Accumulo di neve al suolo
Accumulo di neve al suolo
Fonte Immagine: WXCHARTS

 


Il vortice di bassa pressione alimentato dalle correnti di aria fredda che hanno investito l’Italia si sposta verso il Nord Africa, da dove darà luogo ad una fase di forte maltempo che nella giornata di giovedì interesserà gran parte del nostro Paese, con piogge e temporali al Centro-Sud, nevicate in Appennino e fino a quote collinari al Nord-Ovest, con venti molto intensi e mari agitati. 

Nella giornata di giovedì si prevede

#Precipitazioni: da spase a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su settori costieri e meridionali di Abruzzo, Molise centrale, Basilicata e Calabria ionica centro-settentrionale, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati; da spase a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche meridionali, resto di Abruzzo, Molise, Calabria, Campania orientale, Puglia settentrionale ed occidentale, con quantitativi cumulati moderati; sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche settentrionali, Umbria orientale, Lazio orientale, Campania meridionale, resto di Puglia, su Sicilia settentrionale e Sardegna nord-orientale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto del Centro-Sud, su Sardegna nord-occidentale, Appennino tosco-emiliano e Romagna, Liguria, Piemonte meridionale ed occidentale e sulla Valle d'Aosta, con quantitativi cumulati deboli.

#Nevicate: sparse generalmente al di sopra dei 500-700 m su Piemonte meridionale, Appennino tosco-emiliano, settori più orientali di Toscana, Umbria e Lazio, e sui settori Appenninici di Marche, Abruzzo e Molise, con apporti al suolo da deboli a moderati specie sui settori adriatici e quota neve in temporaneo calo anche a quote più basse; mediamente al di sopra dei 700-900 m sui restanti settori interni e montuosi delle regioni meridionali e della Sicilia orientale; quota neve in rialzo generale dal pomeriggio; al di sopra dei 500-700 m sulle zone alpine di confine centro-occidentali, con apporti al suolo generalmente deboli.

#Visibilità: nessun fenomeno significativo.

#Temperature: in locale sensibile aumento sulle regioni meridionali peninsulari.

#Venti: di burrasca o burrasca forte nord-occidentali sulla Sicilia; orientali su Puglia, Basilicata e Calabria. Forti con rinforzi fino a burrasca dai quadranti orientali o settentrionali sulle restanti regioni meridionali, sulle regioni centrali, sulle regioni dell'Alto adriatico, su Emilia-Romagna e Liguria.

#Mari: da molto mossi ad agitati tutti i bacini, specie i settori meridionali.
 
Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico di AMPRO Associazione Meteo Professionisti


Fonte Articolo: Roberto Nanni

ULTIMI ARTICOLI

4 APR
A cura del Dott. Alfio Giuffrida, Fisico nonché Meteorologo e scrittore
2 APR
Il mese di aprile potrebbe ancora mostrare qualche segnale di incertezza
2 APR
Si volterà pagina già dal weekend, quando le temperature riprenderanno a salire sensibilmente
3 APR
Migliaia e migliaia di vittime nel nostro continente, con Italia e Spagna a pagare il conto tragicamente più elevato; possibile legame con le condizioni climatiche
3 APR
I dati mostrano un leggero miglioramento della situazione, con la curva dei contagi che, soprattutto al Nord, comincia a rallentare
31 MAR
La grande metropoli americana è oramai al collasso e in aiuto giunge anche la nave ospedale della Marina Militare Americana