In pubblicazione il 24 SET 2020

Imminente l'arrivo di tanta neve sulle Alpi, fiocchi fin sui 1000 metri

Oltre 1800 metri dai 20 ai 40 cm di neve


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Un'intensa perturbazione è pronta ad interessare il Nord Italia nelle prossime 24-48 ore. Essa sarà accompagnata da aria decisamente fredda per il periodo che riporterà la neve sulle Alpi ma fino a quote interessanti per il periodo. Nelle prossime 12/20 ore forti precipitazioni colpiranno i settori alpini di Lombardia, Trentino, Veneto e Friuli ma con neve solamente sulle vette piu' alte. L'aria fredda si addosserà alle Alpi tra la notte e la mattinata di venerdì quando a piu' riprese giungeranno forti precipitazioni sulle aree di confine con Francia e Svizzera ma poi anche su Lombardia, Trentino e successivamente Friuli e Veneto.



Le nevicate venerdì mattina inizieranno a scendere sotto i 1800 metri per portarsi fin sui 1400 metri in alcune aree in serata, specialmente tra Lombardia e Alto Adige, scendendo anche sui 1200 metri su alcune aree di confine. Nella giornata di sabato la situazione andrà migliorando sui versanti esposti a Sud mentre sulle vallate esposte a Nord saranno possibili ancora nevicate con fiocchi addirittura sotto i 1000 metri.

Sulle Alpi di confine, oltre i 2000 metri, potrebbero cadere dai 40 ai 60 cm di neve, fino a 20/40 cm attesi intorno ai 1800 metri. Livigno, per esempio, potrebbe ricevere fino a 20 cm di neve.

Le mappe sulla neve attesa le trovate QUI.



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

9 MAR
Dopo un avvio di settimana con cieli grigi e qualche pioggia arriva una tregua anticlonica, ma durerà poco
8 MAR
Necessari circa 1500 mila miliardi di operazioni per credibile previsione a 3 giorni su box di 8 km di lato .
8 MAR
Nell'ultimo periodo le piogge spesso e volentieri hanno disertato il Nord Italia, ma nei prossimi gironi potrebbe arrivare una perturbazione capace di bagnare anche le regioni settentrionali
8 MAR
La perturbazione che ha raggiunto la Penisola concentrerà i suoi effetti sulle regioni centrali e meridionali, mentre risparmierà il Nord Italia
7 MAR
I cambiamenti cui andrà incontro la circolazione atmosferica avrà ripercussioni importanti anche sul moto ondoso medio
3 MAR
Nuovi dati mostrano, su scala planetaria, un innalzamento del livello dei mari pari a quello descritto dagli scenari peggiori
2 MAR
Evacuazioni da parte delle autorità locali