In pubblicazione il 17 SET 2019

Inverno 2019-2020: come sarà secondo la statistica climatica

Freddo e nevoso oppure caldo e siccitoso? 


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

La domanda così come posta può sembrare pretenziosa e inopportuna  e messa  qui solo come "acchiappa-click"! Ma…

In effetti sembrerebbe impossibile dare oggi una risposta per  un semplice motivo:

Mancano ancora più di 2 mesi alla stagione invernale e quindi non può oggigiorno essere assegnato  il trend di  alcuni noti indici "predittori" dell'inverno (entità dell'innevamento autunnale nell'emisfero Nord, anomalie di temperatura nelle acque superficiali del Medio-Alto Atlantico ) anche se di altri indici predittori - la direzione dei venti stratosferici equatoriali (QBO), la presenza o meno del Niño -  si sa già il segno che assumeranno  nell'inverno 2019-20

E allora? 

Ebbene una risorsa estrema per abbozzare una riposta c'è ed è la previsione climatica.

Ovvero ci appelliamo alla statistica degli ultimi 18 anni per ricavare quale è la probabilità di incappare in un inverno freddo  e nevoso.

Osservate allora il grafico allegato, relativa alla temperatura media invernale dall'inverno 1999/2000 fino all'inverno 2018/2019 (media 8.3 °C; deviazkione standard 0.8°C).  L’inverno passato, 2018-19, ha avuto una media di 9.0°C

Schermata%202019-09-17%20alle%2017_21_23.png

 

Ebbene il 70% circa degli inverni considerati hanno avuto valori medi di temperatura compresi  tra 7.5 e 9.1 °C, e questi sarebbero gli inverni ormai "normali", anche se più "caldi"  e in genere meno nevosi degli inverni del periodo 1970-1999. 

Sui 19 anni considerati, 4 sono stati molto caldi(temperatura media superiore a 9.1 °C) e poco nevosi (ma non necessariamente poco piovosi): 2000/2001, 2006/2007, 2013/2014, 2015/ 2016.


Solo 4 sono stati molto freddi(temperatura media minore di 7.5 °C) e nevosi: 

2004/2005

2005/2006

2011/2012

2012/2013

 

Conclusioni

Quindi la probabilità che il prossimo inverno sia molto freddo e nevoso è appena del 20%  circa (4 casi su 19 anni). 

Ci possiamo consolare con il fatto che anche gli inverni molto caldi hanno una probabilità appena del 20%

E' poco ma è sempre meglio…di niente!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

25 MAG
Analisi tendenza statistica.Quando la fine di nuovi contagiati?
25 MAG
Avvio di settimana dal clima gradevole e soleggiato, questo grazie all'anticiclone delle Azzorre
24 MAG
L’ultima settimana di Maggio (e della Primavera meteorologica) potrebbe presentarsi alquanto variabile
23 MAG
L'ultima ricerca, condotta da noti esperti italiani, pone dubbi sui legami tra i fattori meteo-climatici e il Covid-19
26 MAG
Le minoiri immissioni di CO2 avranno benefici effetti sul clima?
26 MAG
Dadu e Jacobabad in Pakistan superano l'incredibile soglia dei 50°C.
Termoigrometro domestico
26 MAG
La temperatura dell'aria non è in grado da sola cogliere le esatte sensazioni termiche del nostro corpo
19 MAG
Nuovi temporali nelle prossime ore