In pubblicazione il 11 GEN 2021

Inverno ancora molto attivo in Europa fino a fine mese

Il futuro prossimo della stagione è scritto nella Stratosfera Polare (20-50 km). Basta saperla interpretare


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

L’inverno 201/2021 ha cominciato a mostrare i muscoli sull’Europa nell’ultima decade di dicembre con una bella nevicata anche sul Nord Italia.


Le ondate significative di freddo in inverno avvengono sempre con lo stesso copione

La forzata fuoriuscita  del gelido vortice polare (VP), antiorario,  dalla sua naturale sede dal circolo polare, un evento poco frequente in inverno (3-4 episodi) perché la massa d’aria del VP è  troppo fredda e quindi troppo densa tanto che si comporta come un muro impenetrabile ad eventuali tentativi  di intrusione


Come prevedere con circa 10 giorni di anticipo ondate di freddo sull’Europa

L’evento è preannunciato circa 7-10 giorni prima da un surriscaldamento della stratosfera polare  (noto come StratWarming = StratosphericWarming), sul  lato del Pacifico a seguito di una  invasione  di tale porzione del VP da parte di una robusta rimonta meridiana fino al circolo polare  del caldo “anticiclone del Pacifico” e che lì ieri ancora ieri 10 gennaio.

Schermata%202021-01-11%20alle%2021_49_16(2).jpg

 

Schermata%202021-01-11%20alle%2018_16_41(2).jpg

E’ sulla base di questi sintomi che già il 15 dicembre avevamo intuito ciò che qualcosa di grosso bolliva in pentola per  Natale e dintorni come freddo e neve ma senza essere in grado  di predire in quali regioni e tantomeno in quali città.

Vedi VIDEO: Meteo fino a Natale e dintorni

Di conseguenza il vortice polare  è stato dapprima proiettato intorno al 23-24 dicembre del Circolo polare  verso l’Europa e il Nord America.  

Ma poi si è suddiviso in 2-3 tronconi sempre al di là del circolo polare.

Schermata%202021-01-11%20alle%2018_16_25(1).jpg

Tali tronconi  nel loro movimento, più facile da prevedere  perché lontano dalle nefaste influenze del suolo, da Ovest verso Est, hanno colpito a più riprese l’Europa fino all’Italia trai 25 e il 2 gennaio e poi nei giorni appena passati.

Uno di tali spezzoni è proprio quello che  è previsto che investa l’Italia tra il15 e il 20 gennaio.

Schermata%202021-01-11%20alle%2018_16_52.jpg

Ebbene  la Dinamica dell’atmosfera suggerisce che affinché il gelido vortice polare  possa ricomporre in un tutt’uno le sue “sparse membra” occorrono in media 7/10 giorni.

Come dire che dopo l’attacco all’Europa del 15-20 gennaio , è improbabile che i vari spezzoni del VP possa riunificarsi prima della fine del mese.

Sarei quasi certo che ANCHE nell’ultima decade di gennaio ritorneranno in Italia  freddo e neve ma non mi chiedete per favore se nevicherà  fino  alle coste in Puglia e/o ai Lidi di DANTE?

Impossibile oggi, 11 gennaio specificare i dettagli.

Dieci giorni prima vi confermerò se il freddo arriverà, 5 giorni vi dirò le regioni più candidare al freddo e alla neve, 2 giorni prima Vi potrò dire se è probabile o no che nevichi Milano piuttosto che a Roma.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

27 GEN
Nord Italia tra schiarite e fasi coperte, qualche perturbazione qua e là.
27 GEN
Si aprirà una fase caratterizzata da umido e mite flusso atlantico, con maltempo diffuso su gran parte del Paese
26 GEN
In Emilia-Romagna si profila una parantesi con clima relativamente asciutto e freddo fino a giovedì, quando le condizioni meteo torneranno nuovamente a cambiare
24 GEN
Discesa fredda, fiocchi fino in pianura
21 GEN
Le temperature medie planetarie continuano a salire e anche il 2020 ha stabilito numerosi record in diverse regioni del Mondo, compresa l'Europa
20 GEN
Una disciplina particolare, che tenta di ricostruire il passaggio di violente tempeste formatesi in tempi lontani