In pubblicazione il 20 SET 2019

L’ex uragano Humberto sconquassa il meteo anche in Italia

Peggioramento in anticipo rispetto alle attese: forti temporali in arrivo su Liguria e Toscana

Aria frizzante sull'Europa centro orientale: l'eredità della colata fredda
Aria frizzante sull'Europa centro orientale: l'eredità della colata fredda
Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Un altro ex Uragano, Humberto, è in marcia in pieno oceano naturalmente sotto forma di normale depressione

Un vortice ciclonico che provocherà un nuovo rimescolamento delle carte in tavola di quella che sarebbe stata una evoluzione piuttosto semplice, che avrebbe previsto l’affondo di una vasta colata di aria dall'Artico verso l'Europa occidentale, con il classico richiamo verso l'Italia di aria umida e instabile per diversi giorni. Un assetto che avrebbe portato al Nord ed al Centro un incremento delle temperature, ma anche molta umidità tant’è che erano previsti forti temporali ad evoluzione diurna alternati ad ampi spazi sereni.

Ma quindi cosa è cambiato rispetto a qualche giorno fa?

Bè, la velocità della depressione Humberto è stata leggermente sottovalutata, succede in previsioni oltre i 3-4 giorni, per cui nelle ultime ore ha subito un’accelerazione non attesa che premerà con più decisione la colata di aria artica sull’Europa costringendola in uno spazio più ristretto. L’aria instabile ritrovandosi in uno spazio più piccolo diverrà più intensa, ma anche più veloce ed incisiva.


Quindi tra sabato e soprattutto domenica sull'Italia tornerà aria più calda e umida rispetto a quella che sta arrivando in queste ore, ma a differenza delle precedenti elaborazioni questi flussi più miti ed umidi verranno anche spazzati via più rapidamente e questo avverrà già nella seconda parte di domenica (in anticipo) con l’entrata dell'aria più fredda ed instabile. Lunedì, frutto del colpo di coda della colata di aria artica sospinta ad est proprio da Humberto, avremo la fase più acuta del maltempo.

Non arriverà nessuna ondata fredda, intendiamoci subito, ma l’aria più fresca (addolcita da un Mediterraneo ancora caldo) entrando dal Golfo del Leone verso il Mar Ligure scatenerà rapidi temporali a tratti anche molto forti, preceduti dallo Scirocco, ma seguiti da un calo termico e sostenuta ventilazione, che attraverseranno il Paese dai settori occidentali a quelli orientali. 

Probabilmente rimaranno più ai margini alcune regioni del Sud Italia, ove vedremo solo alcune velature di passaggio. Le prime ore della nuova settimana rappresenteranno quindi il momento peggiore, in concomitanza del rapido passaggio del fronte di aria artica, con il rischio di temporali brevi ma intensi, in particolare su Liguria e Toscana.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

15 OTT
Quali le regioni a più alto rischio di piogge forti
14 OTT
Allerta arancione della Protezione Civile in Liguria e in Lombardia
14 OTT
Analisi dell’influenza che avranno le cause che giocano a favore o contro 
11 OTT
talia raggiunta da 2 perturbazioni atlantiche ma solo una piovosa
16 OTT
300 mm di pioggia sul crinale fecero esondare i torrenti Parma e Baganza
16 OTT
Sarebbero circa sette i miliardi di dollari di danni in tutto il Giappone
16 OTT
Paura sull'Isola di Giava - VIDEO
15 OTT
Caduti in 24 ore 922,5 mm di pioggia, è record storico!