In pubblicazione il 1 MAG 2019

L’inverno potrebbe tornare tra il 5 e il 6 maggio

Neve fino a sfiorare per un pelo la pianura emiliana–romagnola?

La colata di aria polare alla fine del 5 maggio alla quota di 1500m circa
La colata di aria polare alla fine del 5 maggio alla quota di 1500m circa
Fonte Immagine: weatheronline

 

Tutti modelli confermano l’arrivo a fine settimana di un’ondata di freddo in arrivo dalla Groenlandia e che dovrebbe interessare - il condizionale è d’obbligo visto che mancano ancora  4 giorni all’evento e quindi ad oggi l’affidabilità della previsione è intorno all’80% -  soprattutto le regioni adriatiche, il versante adriatico dell’Appennino  e il Nord Italia (immagine di copertina).

Le temperature alla quota di 1500 metri é previsto che calino in 24 ore di 6-8 gradi il 5 maggio al Centronord, e poi, successivamente, il 6 maggio anche al Sud.

outw36-29.png

outw44-29.png


Di conseguenza anche la quota dello zero termico, cioè la quota alla quale la temperatura è di 0 gradi, si abbasserà dagli attuali valori di 2000 metri fino a 1200-1400 metri circa: insomma, quote decisamente insolite per il mese di maggio, più facili da osservare a fine inverno piuttosto che a primavera inoltrata.

Ma questo significa che le precipitazioni nevose, sul versante adriatico dell’Appennino Emiliano e Romagnolo, potrebbero scendere fino a quote prossime ai 500 metri, e su quello Umbro-Marchigiano e Abruzzese portarsi fino a 700 metri: nevicate a quote davvero basse per la stagione, quasi che il tempo volesse riportaci indietro nel calendario di un paio di mesi!

outw40-12.png

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 MAG
Insiste un po' di instabilità che nelle prossime ore favorirà ancora la formazione di improvvisi temporali in alcune zone d'Italia
21 MAG
Timida comparsa dell’anticiclone Nord africano al Nord
La fascia nuvolosa prossima all'equatore geografico evidenzia la posizione attuale dell'equatore virtuale
20 MAG
La causa nella anomala posizione dell’Anticiclone Nord africano 
22 MAG
Sisma avvertito tra piacentino e parmense
22 MAG
Imponente frana a causa delle continue precipitazioni
22 MAG
In alcuni punti la neve supera i 10 metri!