In pubblicazione il 14 OTT 2020

La Niña è ormai arrivata. Novembre 2020 più freddo della norma In Italia?

La risposta sulle base di un nostro recente studio


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Le temperature nelle acque superficiali del Pacifico centro-orientale (SST = Sea Surface Temperature) sono calate negli ultimi 4-5 mesi fino a portarsi ad inizio di ottobre a -1°C sotto la media (immagine di copertina). Questa circostanza - unitamente ad altre variabile chiave, come la circolazione atmosferica in prossimità del Pacifico tropicale -  indica con certezza che  è in atto un episodio di Niña  (La Niña = SST inferiore a -0.5°C nel Pacifico Tropicale centro-orientale).


È probabile che La Niña continui durante l'inverno 2020-21 dell'emisfero settentrionale (~85% di possibilità) e nella primavera del 2021 (~ 60% di possibilità durante febbraio-aprile). La Niña, come il fratello El Niño (SST maggiore di +0.5°C), ha notevoli ripercussioni a scala planetaria, specie sui paesi che si affacciano sul Pacifico. Di solito  El Niño e la Niña iniziano in autunno, raggiungono la massima intensità in inverno e poi indebolirsi fino a scomparire in primavera.


L’influenza in Europa del Niño e della Niña

Ma Niño e Niña hanno influenza anche sul clima d’Europa nonostante il nostro continente si trovi agli antipodi rispetto al Pacifico tropicale. In particolare gli studi mostrano che El Niño provoca in inverno più frequenti discese  di aria polare sull’Europa centro-settentrionale e più frequenti incursioni di aria calda subtropicale sull’area Mediterranea. La Niña invece mostra segnali più o meno opposti a El Niño e quindi in particolare provoca un raffreddamento sull’area mediterranea sull’area Balcanica fino al Mar nero.

Novembre 2020 più freddo della norma in Italia per la presenza  della Niña?

Le anomalie osservate in inverno in presenza di Niña valgono anche per Novembre, mese più prossimo all’inverno? Per rispondere alla domanda siamo andati ad esaminare la correlazione tra la presenza di Niño/Niña e le anomalie di temperatura in novembre sull’area mediterranea nel trentennio più recente. Con sorpresa è risultato che la correlazione è  particolarmente significativa  proprio sull’Italia ove raggiunge valori intorno 60% ( su dati della nOAA).

Schermata%202020-10-14%20alle%2011_50_54.jpg

Come dire che ogni qual volta vi è la Niña, allora novembre ha più chances ( ma non la  certezza!) di essere più freddo della norma. Non contenti di questo inaspettato risultato, per affinare la correlazione, siamo andati a contare in quante annate novembre è stato freddo della norma, in concomitanza della Niña. Nella  immagine allegata sono stati considerati freddi i mesi di novembre con temperature al di sotto della curva di interpolazione (linea in nero).

Ebbene in 31 anni, dal 1979 al 2019, i mesi di novembre con temperature al di sotto della curva interpolante sono stati 17 ma di questi ben 12 (70%) sono avvenuti in presenza di Niña, uno, 1992, in presenza dell’eruzione del Piñatubo, i restanti 4 per cause non dipendenti dalla Nina.

Schermata%202020-10-14%20alle%2012_08_04.jpg

Conclusioni

Vi è una probabilità intorno al 70% che il prossimo mese di novembre possa essere più freddo della norma, magari come  il novembre 2017



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

28 OTT
Alta pressione uguale bel tempo? Si, ma non sempre...
28 OTT
Residui fenomeni all’estremo Sud, specie su Salento, Calabria, Puglia ionica e Sicilia orientale. Sole altrove, ma con nebbie in Val Padana e vallate centrali
28 OTT
Uno dei terremoti piu' forti degli ultimi 200 anni
15 OTT
Ecco le PESANTI ANOMALIE a livello globale: noi siamo in un'ISOLA FELICE.
13 OTT
Valori molto bassi al Nord Est, prima volta fin sullo zero anche in pianura
9 OTT
Era il 9 Ottobre 1963, Ore 22.39