In pubblicazione il 25 MAR 2020

La voce dell'Inverno in piena primavera. Neve anche in Emilia Romagna

L'Italia si trova a fare i conti con una massa d'aria molto fredda e insolita per il periodo


Fonte Immagine: WXCHARTS

 

L'Italia si trova a fare i conti con una massa d'aria molto fredda e insolita per il periodo, che anche nei prossimi giorni manterrà un clima decisamente invernale. Il maltempo sarà il vero protagonista, con le temperature ovunque al di sotto della norma e la neve che cadrà sino a quote relativamente basse. Una condizione di marcata instabilità, almeno fino a venerdì, favorita dalla risalita di un vasto vortice di bassa pressione posizionato sullo Ionio, che continuerà a rimescolare aria gelida proveniente dalla Russia e più mite dal Nord Africa.

Successivamente con il suo allontanamento nel fine settimana, sembra probabile un temporaneo miglioramento sulla nostra Penisola, con temperature che subiranno un parziale rialzo. Di fatto, come anticipato nei precedenti editoriali, ad inizio della prossima settimana, una depressione proveniente dall'Europa settentrionale, porterebbe un nuovo impulso freddo in discesa dal Mare del Nord a interessare l'area mediterranea con conseguenze anche sulla nostra Regione.

Ma per ora fermiamoci qui e vediamo quali fenomeni dovremo attenderci nei prossimi giorni in Emilia-Romagna: mercoledì il cielo risulterà da molto nuvoloso a coperto, con precipitazioni concentrate sulle aree di pianura e costa delle province di Ravenna, Forli' e Rimini. Le stesse potrebbero risultare con caratteristiche irregolari e talora moderate. Su queste zone la quota neve viene prevista a partire dai 3-400 metri con accumulo, ma non si esclude tuttavia, la possibilità che qualche fiocco di neve possa raggiungere anche la pianura. Le nevicate inizialmente deboli, potranno interessare le aree dell'Appennino emiliano, ma con un deciso peggioramento nel corso della sera/notte e un drastico calo della quota neve. 

Giovedì il cielo si prevede coperto su tutta la Regione, con piogge che risulteranno prevalentemente deboli e irregolari sulle pianure; precipitazioni che nella prima parte della mattinata potranno risultare a tratti moderate sulle aree centrali emiliane, spingendo le stesse a divenire in forma mista di neve-pioggia, sino alle zone pedi-collinari e di pianura della provincia di Bologna e Ravenna. Coinvolte anche la pedemontana di Forlì e le valli del Cesenate e del Riminese, ma con quota neve inizialmente dai 4-500 metri, in rialzo dal pomeriggio in particolare sul settore orientale.


Temperature minime comprese tra 1 e 3 gradi nelle pianure centro-occidentali (valori inferiori nelle aree di aperta campagna), comprese dai 5 ai 7 gradi lungo la costa. Massime comprese tra 7/8 gradi ad ovest e 9 /11 gradi ad est. 

Venti moderati da nord-est sulle aree orientali, con forti raffiche sul mare e la fascia costiera, deboli-moderati sul settore centrale e meno intensi sulle province occidentali. 

Mare molto mosso, agitato al largo.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico di AMPRO Associazione Meteo Professionisti



Fonte Articolo: Roberto Nanni

ULTIMI ARTICOLI

4 APR
A cura del Dott. Alfio Giuffrida, Fisico nonché Meteorologo e scrittore
2 APR
Il mese di aprile potrebbe ancora mostrare qualche segnale di incertezza
2 APR
Si volterà pagina già dal weekend, quando le temperature riprenderanno a salire sensibilmente
3 APR
Migliaia e migliaia di vittime nel nostro continente, con Italia e Spagna a pagare il conto tragicamente più elevato; possibile legame con le condizioni climatiche
3 APR
I dati mostrano un leggero miglioramento della situazione, con la curva dei contagi che, soprattutto al Nord, comincia a rallentare
31 MAR
La grande metropoli americana è oramai al collasso e in aiuto giunge anche la nave ospedale della Marina Militare Americana