In pubblicazione il 14 FEB 2020

L'inverno resta anonimo in Italia, defilato da qualche perturbazione

Tornerà l'alta pressione protagonista sul Mediterraneo. Clima molto mite


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

L'inverno continua a trascorrere anonimo sull'Italia, oscurato da un robusto anticiclone che ancora una volta annovera un fine settimana dal sapore decisamente primaverile. Una situazione ben più anomala rispetto gli inverni passati, poiché caratterizzato da un clima insolitamente mite per buona parte della stagione, e con ben pochi scossoni, sembra voler rimanere invariato anche per il resto del mese.


Condizioni che vanno ricercate nella circolazione emisferica settentrionale, contrassegnate da un vortice polare molto energico, che contribuisce a mantenere il freddo confinato nelle regioni polari; In risposta a tutto ciò, un blocco anticiclonico - come un pendolo della bilancia - e costretto a risalire lungo la fascia subtropicale fin verso le nostre latitudini, favorendo la stabilità meteorologica per lunghi periodi.


Oltre modo lungo il bordo di queste due figure antagoniste, scorre un poderoso fiume d'aria in quota, responsabile del transito uno dopo l'altro di intensi vortici NordAtlantici, che in questi giorni si danno man forte tenendo sotto scacco parte dell'Europa settentrionale. 

Da questa dinamica il nostro bel paese ne rimarrà escluso, poiché continua a prevalere un regime di alta pressione che ci accompagnerà non solo nel weekend ma anche ad inizio della settimana, con poche infiltrazioni umide che anticiperanno il passaggio di veloci fase perturbate.

La prima quella di San Valentino, molto rapida con qualche occasione di rovesci e temporali lungo lo stivale: la seconda anch'essa veloce proveniente dalla Scandinavia, prevista investire i settori adriatici il "Giovedì grasso".

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato 



Fonte Articolo: Roberto Nanni

ULTIMI ARTICOLI

11 AGO
Le previsioni dettagliate per area geografica per la festa principale dell'estate.
11 AGO
Nella parte centrale della settimana le correnti atlantiche torneranno a infiltrarsi sulle regioni settentrionali, dove aumenterà l'instabilità
9 AGO
Vediamo quali sono le previsioni fino a Domenica prossima
11 AGO
Solo al 10% circa delle città ha raggiunto 35-36 gradi
11 AGO
La pandemia ha causato un importante blocco delle principali attività a livello planetario, con conseguente evidente riduzione delle emissioni di gas serra
massime aklle ore 13.30 (in scuro) i valori oltre 33 gradi)
11 AGO
Dove potranno essere raggiunti i 35 gradi
Le temperature massime previste per martedì 11 agosto
10 AGO
Valori tra 35 e 37 gradi solo nel 15% circa delle città d'Italia