In pubblicazione il 5 FEB 2019

L'inverno si prende una pausa al Centro Nord, ancora instabile al Sud. Novità da domenica

L'alta pressione si espande temporaneamente sul Mediterraneo garantendo qualche giorno pienamente stabile


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

L’inverno, quello vero con piogge e nevicate come quello che abbiamo conosciuto la settimana scorsa al centro-nord, si prende una pausa. 

Nella giornata domani, mercoledì 6 febbraio, le regioni centro settentrionali e la Sardegna potranno già assaporare gli effetti del ritorno dell’alta pressione, con cieli sereni o poco nuvolosi che garantiranno un cospicuo soleggiamento; una zona di bassa pressione in evoluzione verso la Grecia continuerà invece ad interessare anche per le prossime ore tutto l'estremo Sud, dalla Puglia fin verso la Sicilia. 

Proprio tra Calabria e Sicilia Ionica occorrerà però prestare particolare attenzione perché continueranno a svilupparsi addensamenti a sfondo temporalesco con scrosci di pioggia a tratti intensi su Salento e lungo i versanti Ionici. 


Andrà meglio con il passare delle ore con l’ulteriore estensione dell'alta pressione che raggiungerà  anche parte del Mezzogiorno e Sardegna. Le temperature subiranno un sensibile aumento, con punte fino a 14-15 gradi tra Toscana e Lazio durante il primo pomeriggio. 

Nei giorni a seguire, la depressione in movimento verso est abbandonerà definitivamente la Penisola, ma non prima di accendere qualche residuo piovasco possibile sul lato Ionico; nel weekend inizierà ad affacciarsi invece una rapida depressione in discesa dal nord Europa che potrebbe pilotare veloci fronti perturbati sull'Europa centrale. 

Impulsi instabili raggiungeranno anche il centro-nord con un po' di variabilità associata a piovaschi specie sulle settentrionali e sull’alta Toscana, con nuove nevicate sull'arco Alpino.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
20 AGO
Forti raffiche di vento, operazioni difficili
19 AGO
Clamoroso  insuccesso dei Climatologi
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola