In pubblicazione il 7 SET 2019

Maltempo: attesi forti temporali sulle regioni del centro-nord

Comunicato della Protezione Civile: allerta arancione in Veneto, allerta gialla su 7 regioni. Neve sulle Alpi oltre i 2000 metri


Fonte Immagine: WXCHARTS

 

Un’ampia area depressionaria, proveniente dal nord Europa, associata ad aria fredda in quota, porterà nelle prossime ore un sensibile peggioramento delle condizioni meteo sulle regioni settentrionali del nostro Paese, con piogge e temporali di forte intensità.

L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, sabato 07 settembre, precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Liguria e Piemonte, in estensione dalla prossima notte a Toscana, Emilia-Romagna e Lombardia. Attese, inoltre, dal mattino di domani, precipitazioni temporalesche su Veneto e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.


Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per oggi e domani, domenica 8 settembre, allerta arancione per rischio idraulico sul bacino del basso Brenta-Bacchiglione in Veneto. L’allerta gialla, per la giornata di domani, sarà sui restanti settori del Veneto, sul Friuli Venezia Giulia, su gran parte di Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna e sulla Toscana settentrionale.



Fonte Articolo: www.protezionecivile.gov.it

ULTIMI ARTICOLI

21 GEN
L’aria “pulita” in natura non esiste né è mai esistita. La naturale composizione dell’aria
21 GEN
Gran parte del mese di Gennaio sembra scorrer via senza grossi sussulti sul vecchio continente
20 GEN
Secondo la statistica climatica l'evento ha discrete probabilità
19 GEN
Sarà l’ondata sognata e lungamente attesa da freddofili e nivofili?
22 GEN
La media è quasi di 10°C superiore
22 GEN
Danni pesantissimi a causa delle devastanti mareggiate, tanta neve in montagna
22 GEN
Dopo siccità ed incredibili incendi arrivano forti temporali
22 GEN
Il fumo alla fermata dell’autobus… e le scorregge? tratto da www.aduc.it