In pubblicazione il 25 MAR 2019

Maltempo in atto: temporali e forti colpi di vento. In arrivo anche al Centro Sud

Aria fredda e venti intensi hanno raggiunto la Penisola. Evoluzione rapida


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Un’intesa ventilazione interessa gran parte della Penisola, sia in terraferma sia sui mari, ove al momento sono in atto delle burrasche. Onde alte e mari agitati quindi sull’Adriatico come anche sul medio ed alto Tirreno attorno alla Sardegna, con forti venti nord orientali anche piuttosto freddi. Continua infatti la marcia del freddo verso le regioni centrali ed in parte anche meridionali dell'estremo sud, anche se l'afflusso di aria fredda sarà meno convinto, ma sarà comunque sensibile soprattutto nella seconda parte della settimana. 

Il quadro meteorologico per la giornata di domani, martedì 26 marzo, si presenterà quindi in netto miglioramento sulle regioni settentrionali, ove i cieli tornano nel complesso sereni o poco nuvolosi, ma con temperature ovviamente più fredde, invece le condizioni peggiori le troveremo tra la Sardegna, le regioni centrali ed in parte anche sulle regioni meridionali, aree alle prese con rovesci di pioggia anche a sfondo temporalesco di forte intensità. 

Le nubi transiteranno rapidamente dalle regioni centrali sin verso la Basilicata, la Puglia centro settentrionale ed i settori al confine tra la Campania e la Calabria; meglio con ancora un clima primaverile e stabile sulle zone ioniche in generale e sulla Sicilia. 


Dalla tarda serata tenderà a peggiorare anche in Sicilia con nevicate sui rilievi oltre i 600 - 900 metri.

Le temperature in ulteriore diminuzione lungo tutta la Penisola, anche se la flessione più sensibile verrà avvertita sulle regioni nord orientali, ove la colonnina di mercurio si sarà ormai abbassata di 10 gradi.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

26 GIU
Temperature in calo tra venerdì ed il weekend, ecco dove.
26 GIU
Temperature eccezionali anche in Italia, in particolare sulla Val Padana occidentale
26 GIU
Temperature eccezionalmente alte per il mese, sarà una delle ondate di caldo più intense mai osservate a giugno
Africano al top tra il 27 e il 28 giugno
25 GIU
Concordo circa la data della sua fine i principali modelli