In pubblicazione il 7 GEN 2022

METEO 14 GIORNI: freddo POLARE ma non eccessivo! I dettagli

Ancora improbabile un’ondata freddo che lasci il segno: vi spieghiamo il perché


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

ANALISI

È da poco terminata l’anomala fase meteo calda di una settimana fa. A seguito di una prolungata presenza di un anticiclone atlantico subtropicale fino al circolo polare, le anomalie sono state ingenti. In tal modo l’inverno sembra avere imboccato la strada giusta, tanto che fino a metà darà ancora luogo quattro ondate di freddo polare, ma non artico.


Le PREVISIONI DETTAGLIATE di cio che ci aspetta a BREVE


MILANO, ecco le probabilità di NEVE a GENNAIO

 

Improbabile irruzione aria artica

Ma da una attenta analisi della circolazione stratosferica in atto e prevista, non sembra possibile almeno nelle prossime 2 settimane una robusta colata di aria artica (siberiana o almeno marittima) fino alle medie latitudini europee.

 

CLIMA, ecco come apparivano i ghiacciai alpini 1000 anni fa

Ricordiamo ai lettori che tale evento meteo necessita di particolari condizioni. In particolare sussiste il giusto numero di onde atmosferiche planetarie in grado di provocare l’anomalo surriscaldamento della Stratosfera (Stratwarming), un evento che in media richiede una fase preparatoria di 7-10 giorni.

Ne parleremo a parte in un prossimo articolo.

COVID: Andamento osservato in nov-dic 2021 e quello previsto al 10 gennaio

Il meteo dell’Epifania l’alta pressione si porta via

 

 

Ancora quattro ondate di freddo polare fino metà mese

Tutte e 4 le ondate saranno deboli, perché l’Italia sarà interessata solo dalla parte meno intensa di alcuni spezzoni del vortice polare, che da più di un mese vagano da ovest verso est, interessando anche le medie latitudini.

 

7-8 gennaio senza neve

Un nucleo aria polare sta arrivando fino alle alpi per poi interessare l’Italia con venti di Tramontana al Centronord. Deboli nevicate in Val D’Aosta. Piogge su Puglia, Calabria, Isole.

A GENNAIO arriva il GELO oppure no? Ecco la verità 

 

9-11 gennaio il primo nucleo freddo anche per il Sud

La più proficua in termini di freddo e di nevicate. Un nucleo di aria fredda polare giunge fino ai Balcani e poi sfocia sull’Italia, generando anche un vortice di bassa pressione in veloce spostamento dalle regioni centrali a quelle del Sud. Le correnti meridionali, attivate dal vortice, contrasteranno con l’aria fredda dai Balcani. Da qui piogge abbandonanti al Centro-Sud. Ma anche nevicate, soprattutto il 9-10 gennaio fino quote di 300-500m su Marche, Abruzzo, Molise, Lazio, Campania, Puglia, Lucania; fino 600-1000m su Calabria, IsoleMaggiori

Gennaio ribalterà le sorti dell'INVERNO? Vi diciamo COSA SAPPIAMO

 

 

13 gennaio

Venti di Bora su regioni adriatiche ma senza alcun altro fenomeno.

16 gennaio

Dopo una brevissima fase meteo mite di appena due giorni per arrivo dell’anticiclone delle Azzorre, un altro nucleo di aria polare raggiunge i Balcani, per poi interessare l’Italia con venti freddi da nordest. Piogge su Medio Adriatico e al Sud. Deboli nevicate sul versante adriatico dell’Appennino centro-meridionale.

Vi diciamo QUANDO ritorna il FREDDO VERO! Dilagherà a BREVE, anche se...

 

 

E dopo il 17?

Non c’è ancora alcun tipo di stratwarming in vista. Per po’ di freddo polare, potremo contare in quel lobo del vortice polare stratosferico previsto al 16 gennaio sul lato atlantico del Nord America. Attualmente, nel suo movimento sincrogrado alla velocità di circa 100 km/ora, intorno al 20 gennaio. Ma, ammesso che arrivi, interesserebbe l’Italia ancora una volta con la sua debole parte marginale.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 MAG
L’ultimo fine settimana del mese porterà con sé novità eclatanti dal punto di vista meteorologico!
26 MAG
L'Anticiclone Nord-Africano occuperà con prepotenza l'Italia portano un'ondata di caldo intenso
25 MAG
Nuovo moderato peggioramento del tempo atteso nell'ultima parte della settimana
24 MAG
Sono uscite le proiezioni ufficiali, a cura di AccuWeather: vediamole insieme
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.
26 APR
Questo grande uccello della famiglia delle Picidae ha fatto la sua comparsa in un luogo piuttosto insolito