In pubblicazione il 21 MAG 2020

Meteo: alta pressione delle Azzorre sulla Penisola

Meteo in ulteriore miglioramento: temperature in aumento ma senza eccessi


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

L'anticiclone torna sull'Italia garantendo condizioni nel complesso soleggiate, anche se alcune aree del territorio continueranno a soffrire di una lieve instabilità dettata dalle infiltrazioni più fresche in quota specie al Nord già nei giorni del weekend, in parziale estensione al Centro-Sud. La nuova settimana continuerà su un trend stabile, anche se i massimi altopressori rimarranno sbilanciati sul comparto nord-occidentale europeo. Questo favorirà l'evoluzione di un'area depressionaria sull'Europa orientale, ove troveremo instabilità diffusa e temperature sotto le medie del periodo.

Analisi

Grazie al vortice ciclonico centrato sul Mar Nero, la nostra penisola si ritroverà contesa tra due distinte figure bariche: quella più stabile ad Ovest, che porterà stabilità in particolare sulle regioni centro settentrionali, e la più instabile ad Est, che determinerà una parentesi movimentata soprattutto al Meridione.
In questa fase l'instabilità riguarderà principalmente la formazione di temporali diurni sui maggiori rilievi durante le ore centrali della giornata, mentre i valori termici rimarranno comunque ubicati oltre le medie del periodo, specie sulle aree settentrionali e sul versante tirrenico.


Il trend non subirà particolari variazioni anche negli ultimi giorni del mese, quando le vaste aree anticicloniche interesseranno gran parte dell'Europa centro-occidentale; i Balcani e il Mediterraneo orientale si ritroveranno però ancora in balia della variabilità. Anche l'Italia verrà condizionata dai disturbi, in particolare le aree del Centro-Sud, ove oltretutto si avrà un'ulteriore lieve flessione termica che porterà le temperature entro le medie. Discorso diverso invece per il settentrione, che verrà invece caratterizzato da un quadro meteorologico più stabile, qui con temperature a tratti oltre la norma.

Una situazione che non varierà fino al ponte del 2 giugno, anche se i valori barici potranno subire una lieve diminuzione specie sull'Europa occidentale, proprio lì dove era presente il muro anticiclonico, consentendo un flusso di infiltrazioni più fresche atlantiche sospinte da un vortice ciclonico tra Islanda e Regno Unito; la nostra penisola potrebbe risentire di blandi effetti.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

25 MAG
Avvio di settimana dal clima gradevole e soleggiato, questo grazie all'anticiclone delle Azzorre
24 MAG
L’ultima settimana di Maggio (e della Primavera meteorologica) potrebbe presentarsi alquanto variabile
23 MAG
L'ultima ricerca, condotta da noti esperti italiani, pone dubbi sui legami tra i fattori meteo-climatici e il Covid-19
19 MAG
Nuovi temporali nelle prossime ore
15 MAG
Battuti diversi record di caldo per il mese di Maggio