In pubblicazione il 11 NOV 2021

METEO, clamoroso AGGIORNAMENTO, si aprono spiragli di NEVE AL NORD

I modelli, in continuo aggiornamento, spostano nuovamente la traiettoria delle gelide correnti polari, con inaspettate conseguenze


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Man mano che ci avviciniamo alla prossima settimana, freddo e neve sembrano diventare sempre più una concreta possibilità. Nell’incertezza dettata dai tanti giorni che ancora mancano all’evento, a ogni quotidiano aggiornamento dei modelli cambia però la traiettoria che con maggior probabilità seguiranno le correnti polari, e le proiezioni odierne aprono la porta a scenari clamorosi. Ecco cosa potrebbe succedere. 


Il Nord Italia in prima linea

Il nucleo di aria polare che a inizio settimana dovrebbe scendere con prepotenza dai confini nord-orientali dell’Europa sembra sempre più deciso a passare lontano dall’Italia e a scivolare direttamente verso il Mar Nero: insomma, la nostra Penisola verrà appena lambita e questo significa che per martedì-mercoledì della prossima settimana sembra saltata ogni svolta invernale. Freddo e neve però potrebbero presentarsi alla porta già nei giorni successivi. Ricalcando in parte uno schema che i modelli proponevano già qualche giorno fa, il run 00Z del modello europeo (cioè la elaborazione basata sui dati raccolti alla mezzanotte di oggi), prevede per la parte centrale della settimana la discesa di un nucleo molto freddo dal tratto di Atlantico ai confini della Groenlandia fin sul cuore dell’Europa e da qui infine, tra giovedì e venerdì, fino a ridosso delle Alpi. Contrariamente però allo scenario descritto qualche giorno fa, in questo caso le correnti fredde sembrerebbero aggirare la barriera alpina da ovest e dar così vita a un vortice depressionario che, posizionato sul Ligure, spingerebbe sulla massa fredda in arrivo dei venti più miti e piovosi.



Situazione meteo alle 06Z di veneredì 19 novembre, pressione al livello del mare e temperatura a 850 hPa (WXCHARTS/ECMWF) 

Quindi, neve in pianura al Nord? Il freddo in arrivo in realtà non sarà intenso a sufficienza da spingere la neve fino a quote così basse, ma tale comunque da portare, fra giovedì 18 e venerdì 19, la neve su Alpi e Appennino Settentrionale anche al di sotto di 1000 metri! Nevicate anche abbondanti, soprattutto sulle Alpi Orientali, dove gli accumuli potrebbero superare il mezzo metro. Qualche nevicata, tra la fine di venerdì e la giornata di sabato, potrebbe poi interessare anche l’Appennino Centrale, coinvolgendo però solo le vette più alte. Attenzione, manca ancora qualche giorno all’evento, per cui il realizzarsi di questo scenario è ancora suscettibile di ampie variazioni. E a maggior ragione lo è quello, ancor più clamoroso, visto dai modelli per i giorni successivi. 

Il vero prepotente assalto dell’inverno 

Dando uno sguardo alle proiezioni più lunghe, anche oggi il modello americano (run 00Z GFS) torna a proporre la discesa di una massa d’aria gelida verso il Mediterraneo agli inizi della settimana successiva, con il coinvolgimento del nostro Paese. In base alle ultime proiezioni infatti le correnti gelide dovrebbero investire il nostro Paese nella giornata di lunedì 23, regalandoci alcuni giorni di freddo intenso e nevicate fino a quote molto basse, con la possibilità di vedere i fiocchi imbiancare anche le zone di pianura. Quali pianure? Difficile dirlo: si tratta infatti di una proiezione a oltre 10 giorni, che quindi già di per sé ha un grado di affidabilità inevitabilmente non elevato, per cui la definizione del preciso percorso di freddo e neve risulta ancor più incerta. Continueremo comunque a seguire gli sviluppi descritti dai modelli e a tenervi aggiornati.

 

Gli approfondimenti del TEAM DI ESPERTI MeteoGiuliacci

Metà novembre: SORPRESE NEVOSE? Vediamo le IPOTESI

Cambiamento climatico, ecco come cambieranno le città del futuro: epocali mutazioni che faranno paura!

METEO Italia, in arrivo TANTA NEVE sulle ALPI, vi spieghiamo quando

Splendide NEVICATE in arrivo sulle ALPI: le foto SENSAZIONALI 

Previsioni 10 giorni: Ancora PIOGGE e un po’ di FREDDO, e l'inverno? partirà bene o sarà la solita schifezza?



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 GEN
Non verrà rispettata la tradizione che vuole che il 29-30-31 gennaio siano i giorni più freddi dell'anno
21 GEN
Le perturbazioni continuano a scorrere lontano dalle regioni settentrionali, ma i modelli indicano il periodo della svolta
21 GEN
Alta pressione in arrivo, nebbie protagoniste in Pianura Padana
19 DIC
Quante volte nel passato
18 DIC
Da dove deriva questo noto detto
18 DIC
Forte scossa di terremoto avvertita nella tarda mattina di oggi in Lombardia, con epicentro nella Bergamasca