In pubblicazione il 27 SET 2021

METEO: comincia una stagione POTENZIALMENTE CRITICA. Vediamo perché

Per "critica" intendiamo con POSSIBILE rischio fenomeni estremi (trombe d'aria, alluvioni lampo, medicane...)


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Una stagione critica l'autunno

Con il presente articolo non stiamo stilando una previsione meteo, ma enunciando le caratteristiche per cui la stagione autunnale possa diventare critica. Ma cosa si intende con questo aggettivo? Il trimestre autunnale è quello col maggior rischio di fenomeni meteorologici intensi in quasi tutta Italia. Se sulle Alpi e in Pianura Padana e l'estate è la stagione dei maggiori contrasti e col maggior "carburante" (dettato dall'afa padana) altrove è proprio l'autunno il periodo più critico. Non è detto che ogni passaggio instabile debba per forza generale alluvioni o frane e smottamenti, ma -se vediamo la statistica- è tra settembre e novembre che si concentra la stragrande maggioranza della fenomenologia violenta. Avete letto: Niña in arrivo. Ondate di FREDDO precoci probabili in ottobre


Leggete pure le PREVISIONI PRECISE per la NUOVA SETTIMANA


 

I motivi

Non è difficile capire le motivazioni per cui questi mesi possono risultare critici: i mari sono ancora caldi, ma le perturbazioni cominciano a farsi via via più organizzate e fredde. I richiami prefrontali sciroccali portano aria umida sulle nostre regioni centro-meridionali, ma successivamente, all'arrivo del fronte freddo, i contrasti accesi tra aria calda preesistente e aria fredda entrante possono essere una miccia per fa scoppiare eventi meteo di forte intensità. Se poi ci si mette l'orografia, molto complessa e variegata, allora è facile capire che ci possono essere situazioni davvero emergenziali. CALDO AFRICANO verso il picco, poi RINFRESCA anche al SUD

Trombe d’aria in Italia nel 2021. Mai così tante

 

Temperature superficiali del Mar Mediterraneo (cortesia: www.bulletin.mercator-ocean.fr)

 

Anomalia superficiale del Mar Mediterraneo (cortesia: www.bulletin.mercator-ocean.fr)

 

Quali le regioni a rischio

Senza dubbio Sicilia, Calabria e Sardegna. Come citato direttamente in un'intervista rilasciata da Mario Giuliacci al quotidiano Fanpage "anche negli anni passati le trombe d'aria in ottobre e novembre si manifestavano soprattutto sulla Sicilia, la Calabria, la Puglia e sulla Sardegna, perchè i mari sono ancora abbastanza caldi. Non ci dobbiamo dunque meravigliare, fa parte della normalità, ma ce ne aspettiamo di più e più violente, perché proprio i mari risultano molto più caldi rispetto a quanto dovrebbero essere". E poi aggiunge: "Riflettori puntati soprattutto sulla Sicilia, dove potrebbero verificarsi pure dei Medicane: i mari a sud dell'isola raggiungono i 28 gradi. Qui potrebbero nascere i cosiddetti Mediterranean Hurricane, una sorta di mini uragani dal diametro meno grande di quelli tropicali, un misto tra i nostri cicloni mediterranei e i cicloni tropicali, ma molto pericolosi".

 

Che fare allora?

Innanzitutto non farsi prendere dal panico, perché non è detto che ogni volta che piova faccia disastri. In secondo luogo, è opportuno rimanere allertati, grazie anche alle nostre tendenze meteorologiche, al fine di vedere se si è in un periodo con potenziali criticità. Infine, oltre alle nostre previsioni, invitiamo i lettori a leggere attentamente le allerte meteo della Protezione Civile della regione di riferimento.

Gli approndimenti di MeteoGiuliacci

Meteo, i TEMPORALI FORTI delle prossime ore, fate ATTENZIONE soprattutto in queste zone!

Quando arriva la NEVE SULLE ALPI? Ecco le ultime proiezioni

Il CAMBIAMENTO CLIMATICO sta stravolgendo l’habitat dell’ARTICO

Le nubi da Tornado. ECCO come RICONOSCERLE

ASTRONOMIA: il viaggio annuale del sole tra solstizi ed equinozi

METEO e SALUTE: le ALLERGIE AUTUNNALI esistono eccome e molti ne SOFFRONO

DISASTRO IMMANE: Eruzione alle Canarie, case distrutte e situazione drammatrica!

CAMBIAMENTI CLIMATICI: troppo RAPIDI, animali e piante SOFFRONO!

TROMBE D'ARIA. Un vento sempre più FREQUENTE: Ecco come DIFENDERSI

il legame tra FULMINI e GLOBAL WARMING

STRESS DA RIENTRO: uffa, sono FINITE le VACANZE!

Ci sono FULMINI anche su GIOVE e sono SPAVENTOSI!

SICCITÀ ESTIVA ESTREMA IN EMILIA-ROMAGNA, una delle più intense della storia

L'anticiclone africano ci COINVOLGE sempre di PIU'! Lo conferma uno STUDIO

Fa più morti IL CALDO O IL FREDDO? La risposta è INCREDIBILE

Eruzione Cumbre Vieja, 350 case distrutte e allarme gas tossici

Ondate di FREDDO precoci in ottobre? Le IPOTESI



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

19 OTT
Alta pressione alle corde! Ecco quando tornerà la pioggia.
19 OTT
Un misto tra anticiclone delle Azzorre, freddo e piogge
19 OTT
FLOP è un termine orribile che non c'entra nulla con la meteorologia
18 OTT
Avvenne un anno fa ed era presente un primo episodio di Niña
11 OTT
In Italia 20 milioni di contagi e 30 mila morti
10 OTT
Le temperature massime osservate su 126 città
28 SET
La scorsa notte quattro scosse hanno avuto come epicentro la provincia di Treviso mentre in serata la terra ha tremato anche nel padovano