In pubblicazione il 24 MAR 2019

Meteo: dopo il peggioramento di nuovo bel tempo e temperature in aumento

Marzo chiuderà all’insegna della stabilità, ma non lo stesso per i primi giorni di aprile


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

La nuova settimana inizierà all'insegna del cambiamento, tra l’altro concede proprio con il 25 marzo, il giorno dell'annunziata quando secondo la statistica torna la rondine, ma costretta a coprirsi perché giunge aria più fredda.

E’ difatti atteso l’arrivo di un fronte freddo in discesa dalla Scandinavia in direzione dei Balcani che lambirà anche le nostre regioni adriatiche, ove avremo rapidi ma intensi temporali che dall'Arco Alpino scenderanno verso l'Emilia Romagna, la Liguria, le Marche, Toscana e Liguria, ove nel corso della notte tenderà a peggiorare. 

Leggi anche: Maltempo: Venti di burrasca al centro-nord | Allerta Meteo Protezione Civile

Torneranno le nevicate sino a quote molto basse sui rilievi centro settentrionali, toccando addirittura nella notte i 500 - 700 metri. 

Sulle restanti aree italiane il tempo rimarrà buono ed anche ben soleggiato; attenzione però alle forti raffiche che si registreranno proprio nella serata e nella notte tra lunedì e martedì soprattutto sulle regioni centro settentrionali.


Le temperature caleranno diffusamente lungo tutta la Penisola, anche se la flessione più sensibile verrà avvertita sulle regioni nord orientali, ove la colonnina di mercurio si abbasserà di 10 gradi, una flessione che seguirà anche al Centro Sud anche se sarà meno sensibile.

L’instabilità scivolerà anche verso sud, ma in forma più attenuata; la situazione tenderà a ristabilizzarsi e si presenterà quasi prettamente stabile per tutta l’ultima di marzo, con un generale rialzo delle temperature. 

Leggi anche: Freddo intenso in arrivo al Centronord

Attenzione però alla prima settimana di aprile, perché potrebbe aprire all’insegna di un maggiore variabilità, inizialmente solo sui rilievi e quindi nel complesso buono su coste e pianure, in estensione successivamente con ogni probabilità anche alle altre aree.

Avremo modo di approfondire nei prossimi giorni.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

22 LUG
A differenza dell’anticiclone delle Azzorre
22 LUG
Durata, intensità, apice, regioni più roventi. Improbabili i 40 gradi
22 LUG
Molto caldo, con il fastidio dell’afa, in gran parte del Paese e in particolare nelle aree in cui si farà maggiormente sentire l’azione dell’alta pressione
21 LUG
L’alta pressione di matrice africana terrà lontani i temporali e spingerà in su le temperature
20 LUG
Temperature particolarmente alte ed elevati tassi di umidità hanno spinto le autorità cittadine ad annullare alcuni importanti appuntamenti
20 LUG
Poche o nulle notizie dai telegiornali, solo spazio alle vacanze o alle file in autostrada
20 LUG
Ci sarebbero almeno 7 dispersi, fiumi nelle strade di Ankara