In pubblicazione il 8 AGO 2019

Meteo: fiammata africana nel weekend, possibili i 40 gradi al Centro Sud

L’anticiclone toccherà i massimi tra domenica e lunedì, temperature in netto aumento


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Avremo un weekend caratterizzato da temperature in aumento e quindi un fine settimana molto caldo un po’ dappertutto, ma soprattutto al Centro e al Sud ove l'aria calda continuerà ad affluire

Correnti africane che riusciranno a raggiungere tutta la penisola italiana sospinte da un anticiclone africano che farà il suo dovere. Pochi disturbi nella giornata di venerdì sui rilievi alpini e sui restanti settori del territorio avremo cieli sereni o poco nuvolosi, con al più qualche nube ad evoluzione diurna attorno ai rilievi appenninici centrali.

Tra sabato e domenica l'instabilità tornerà di nuovo un po’ più arzilla e convinta sulle zone alpine e localmente prealpine, addirittura nella giornata di domenica potrà sconfinare anche su alcune aree pianeggianti del Piemonte. A parte questo sulle restanti aree del territorio per tutto il weekend avremo bel tempo e anche abbastanza caldo soprattutto al Centro e al Sud.

Ma guardando rapidamente nel dettagli, nella giornata di sabato sulle aree più soleggiate e calde troveremo l’Emilia Romagna con punte massime sui 35-36°C, seguirà il settori occidentale della Val Padana, Lombardia e Piemonte con valori prossimi ai 34-35°C. Su quest’ultime aree non saranno del tutto esclusi locali rovesci ad evoluzione diurna in prossimità dei rilievi alpini.

Al Centro complice l’abbondante soleggiamento e le poche innocue nubi localizzate sulla dorsale appenninica, il caldo si farà sentire soprattuto sull'Umbria ove si toccheranno i 38-39°C, qualche grado in meno con massime più contenute su Toscana (Firenze esclusa, perché si toccheranno quasi sicuramente i 40°C) e Lazio, con valori sui 34-36°C.


L’anticiclone africano spingerà, purtroppo, in particolare sulle regioni del Sud, quando i cieli sereni permetteranno ai raggi solari di scaldare il suolo già molto caldo, specie sulle aree interne della Basilicata dove sono attese massime di 36-37°C, avremo invece 33-34°C in Calabria e Puglia e fino a 31-32°C in Campania.

Le aree più calde d'Italia saranno quindi le due Isole Maggiori, in particolare le aree interne della Sardegna, ove non sarà difficile toccare di nuovo i 40°C.

Il picco del caldo è atteso tra domenica e lunedì. Infatti sulle regioni settentrionali l’alta pressione africana sarà ancora ben presente a parte alcune nubi diurne sui rilievi alpini. Le temperature più elevate le troveremo in Val Padana, quindi su l’Emilia e sulla Romagna, con punte di 37-38°C o anche oltre nella giornata si lunedì.

La colonnina di mercurio si porterà invece sui 39-40 gradi sulle aree centrali, come in Toscana, Umbria e Lazio; qualche grado in meno ma sempre sui 38-39°C possibili sulle aree meridionali della Basilicata e interne della Sicilia, fino a toccare i 40-41°C in Sardegna.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

23 GEN
Una perturbazione aggiungerà l'Italia e farà sentire in suoi effetti, in termini di piogge e nevicate, soprattutto nel fine settimana
21 GEN
L’aria “pulita” in natura non esiste né è mai esistita. La naturale composizione dell’aria
21 GEN
Gran parte del mese di Gennaio sembra scorrer via senza grossi sussulti sul vecchio continente
20 GEN
Secondo la statistica climatica l'evento ha discrete probabilità
22 GEN
La media è quasi di 10°C superiore
22 GEN
Danni pesantissimi a causa delle devastanti mareggiate, tanta neve in montagna
22 GEN
Dopo siccità ed incredibili incendi arrivano forti temporali
22 GEN
Il fumo alla fermata dell’autobus… e le scorregge? tratto da www.aduc.it