In pubblicazione il 14 GEN 2020

Meteo fino 15-22 gennaio. Illusi e delusi i nivofili

Fugace e sterile ondata di freddo polare sull’Italia?


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Dopo 3 settimane di alta pressione dell’anticiclone delle Azzorre, il tempo subirà una svolta il 18 gennaio con un prima perturbazione dalla Francia e poi tra il 19 e il 21 con l’arrivo di un  nucleo di aria  polare, partito dalla Groenlandia, fino ai Balcani e da qui sull’Italia. Ma gli amanti della neve  anche in  pianura rimarranno probabilmente delusi.  Infatti l’aria artica marittima si addolcirà lungo il tragitto e resterà piuttosto secca.

 

Dal 22 al 26 tornerà di nuovo la noiosa alta pressione.

Ma ecco il tempo nei dettagli

 

 15-17 gennaio

Ancora anticiclone delle Azzorre sull’Italia e quindi ancora bel tempo, nebbie in Val Padana ma via via meno diffuse e meno dense, gelate su Piemonte, Ovest Lombardia, valli del Centro.

 

18 gennaio

Arriva una mite perturbazione atlantica dalla Francia. Piogge su tutto il Nord Italia (anche a Segrate). Deboli nevicate (meno di 15 cm) sulle Dolomiti.


 

19-21 gennaio

Assenza di piogge.  Domenica 19 gennaio nevicate fino fondovalle su Alpi occidentali e fino al Cuneese dalla sera. Sempre dalla sera nevicate anche su Abruzzo e Molise oltre 800-1000m. Lunedì 20 gennaio nevicate deboli su Appennino emiliano e romagnolo fino fondovalle, con qualche fiocco anche sulle zone pedemontane. Nevicate deboli anche su Marche, Abruzzo e Molise oltre 400-500m.

 

 

Molto freddo di notte e al primo mattino al Centronord a causa di temperature minime intorno -6/-3 gradi. Martedì 21 gennaio anche deboli nevicate fino 300-500m su Abruzzo e Molise Temperature massime intorno 6-8 gradi al Nord, Marche, Abruzzo e Molise, 9-11 gradi su regioni tirreniche e Puglia, 13-15 su Calabria e Isole. Il 20 e il 21 gennaio forti e gelidi venti da Nordest su Adriatico e Tirreno.  I forti venti amplificheranno di 4-5 gradi la sensazione di freddo.

 

22-26 gennaio

Torna l’alta pressione. Forti gelate dal 22 al 24 gennaio al Centronord di notte al primo mattino, con temperature minime notturne ancora tra  -5 e -3 gradi nelle zone interne



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 FEB
Palese errata interpretazione delle previsioni stagionali
18 FEB
Freddo e neve su quasi tutta Europa. E in Italia?
17 FEB
Una perturbazione proveniente dal Nord Atlantico investirà la nostra penisola
17 FEB
Un'altra perturbazione favorirà un nuovo peggioramento del tempo, con le piogge che questa volta si spingeranno anche al Centrosud
17 FEB
Ripreso per caso con lo smartphone, il sisma del marzo 2011 che colpì il Giappone. La causa del disastro nucleare di Fukushima
17 FEB
Come nascono i cicloni atlantici violenti- A cura di Roberto Nanni
16 FEB
Caratterizza la circolazione atmosferica a livello emisferico e spesso diventa protagonista delle vicende meteo invernali
13 FEB
Il giorno 10 Febbraio un aereo della British Airways ha raggiunto la velocità più alta mai registrata per un Boeing