In pubblicazione il 15 OTT 2021

METEO: il legame tra FULMINI e GLOBAL WARMING

Uno studio americano evidenzia un importante legame


Fonte Immagine: Santini Davide

Prima di leggere: siete interessati alla NOSTRA TENDENZA METEO PER L'INVERNO?


A causa del cambiamento climatico, con il rapido aumento delle temperature medie planetarie, i temporali stanno diventando mediamente più intensi, perché possono sfruttare una maggior quantità di calore presente nell’atmosfera. E chiaramente, temporali più intensi hanno come conseguenza anche nubifragi più frequenti e fulmini più numerosi. Uno studio (“Extreme oxidant amounts produced by lightning in storm clouds”), appena pubblicato sulla rivista scientifica Science, suggerisce però che tutto ciò potrebbe rappresentare un vantaggio per il clima, grazie a una sorta di effetto di compensazione. Leggi anche: Per il MEDITERRANEO un futuro fatto di CALDO e SICCITA’


I detergenti naturali prodotti dai fulmini

Gli studiosi infatti hanno scoperto che i fulmini, e più in generale tutte le cariche elettriche generate all’interno delle nubi temporalesche, sono in grado di produrre grosse quantità di particolari sostanze, come idrossile (OH) e idroperossile (HO2), dalle grandi capacità ossidanti. Perché è così importante che i fulmini siano in grado di produrre tali sostanze? è presto detto: l’idroperossile e l’idrossile sono sostanze altamente reattive, che si comportano come veri e propri “detergenti naturali”, capaci di rimuovere dall’atmosfera numerose sostanze inquinanti. In particolare l’idrossile, noto anche come “detergente dell’atmosfera”, è in grado di ossidare e spazzare via la maggior parte delle sostanze chimiche che si possono trovare in atmosfera. Grazie a questa particolare proprietà, idrossile e idroperossile contrastano la presenza dei gas serra nell’aria, e quando la loro concentrazione aumenta, cresce anche la quantità di anidride carbonica, metano e altri gas clima-alteranti rimossi dall’atmosfera.  PURTROPPO rischiano di scomparire i GHIACCIAI ALPINI

METEO QUIZ: ci si bagna di più stando fermi o correndo? La RISPOSTA è INCREDIBILE e per nulla scontata!

Il ruolo fondamentale dei temporali a incudine

I dati che hanno permesso ai ricercatori di individuare il ruolo fondamentale dei fulmini nel produrre le sostanze ossidanti sono stati raccolti già nel 2012, grazie ad alcune missioni di ricerca condotte, con velivoli specificatamente attrezzati, direttamente nel cuore di imponenti nubi temporalesche nei cieli di Colorado, Oklahoma e Texas. Tuttavia, i dati risultavano così sorprendenti e inattesi, che inizialmente gli scienziati hanno pensato a un errore, ritenendo altamente improbabile che i fulmini potessero causare un aumento delle concentrazioni di idrossile e idroperossile così marcate e improvvise: i dati infatti mostravano, dopo ogni lampo, improvvisi incrementi di queste sostante dell’ordine di migliaia di parti per trilione.

L'estate 2021, un esempio di innalzamento della linea degli anticicloni! LEGGETE IL NOSTRO APPROFONDIMENTO

Se vi siete persi, leggete questa notizia: I microrganismi che FANNO PIOVERE! Le conseguenze sulle siccità future

UNA CURIOSITA': perché il celebre ANTICICLONE AFRICANO porta CALDO?

Le conclusioni

Solo di recente, grazie anche a ulteriori campagne di misura condotte simultaneamente in atmosfera e al suolo, gli studiosi si sono convinti della bontà dei dati raccolti. Analizzando attentamente tutti i dati gli studiosi si sono anche convinti del ruolo importantissimo svolto dai temporali a incudine, cioè nubi temporalesche particolarmente imponenti, e quindi intense, dalla caratteristica forma a incudine: queste nubi temporalesche sembrano infatti in grado di produrre le quantità più elevate di sostanze ossidanti e, secondo le stime dei ricercatori, potrebbero essere responsabili di una buona dose (fino al 16%) dell’idrossido presente sulla Terra!

 

Anche questi articoli potrebbero interessarvi!

SI PUO' MORIRE DI CALDO? OVVIAMENTE RIMARRETE STUPITI!!

METEO ESTREMO: quando il CALDO diventa una CATASTROFE NATURALE

FUTURO CATASTROFICO: Il CAMBIAMENTO CLIMATICO modificherà anche le ONDE del mare

Cambia il clima, per l’isola di ROBINSON CRUSOE un futuro SENZA ACQUA

INCREDIBILE SCOPERTA!! La storia del Mediterraneo raccontata dalle conchiglie

Riserve globali di ACQUA DOLCE in pericolo a causa del CAMBIAMENTO CLIMATICO

ALLARME! Per il MEDITERRANEO un futuro CATASTROFICO fatto di CALDO e SICCITA’

ATTENZIONE A CHI GUIDA: cambiare le gomme in estate!!

GLOBAL WARMING DEVASTANTE: Il livello dei mari sale più velocemente del previsto

PESSIMO FUTURO: grossi guai per i raccolti

Caldo e freddo. Quale fa più vittime? La risposta è SORPRENDENTE

Trombe d'aria, TORNADO, BOMBE D'ACQUA E DI GRANDINE: le distinzioni DA SAPERE

Le nostre estati tra dieci anni. Quanto saranno CALDE? Le PROIEZIONI NON SONO ROSEE



Fonte Articolo: Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

5 DIC
I modelli previsionali confermano scenari caratterizzati da un’importante fase di maltempo invernale
4 DIC
Ulteriori precipitazioni in arrivo sulla Campania con temperature in diminuzione
17 NOV
Forti temporali con nubifragi e grandinate
12 NOV
Le zone di Catania ed Agrigento quelle piu' colpite dai nubifragi, danni ingenti