In pubblicazione il 15 LUG 2021

METEO: il ritorno del grande CALDO, dopo i temporali si riapre l'ipotesi AFRICANA

Siamo nel bel mezzo dell'estate e gli assalti anticiclonica dalla vicina Africa sono ancora molto probabili


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Parte della penisola è sotto l'influenza di una vasta goccia fredda Mediterranea, si tratta di una ferita ciclonica piuttosto profonda che ha spezzato il grande caldo indotto dall'anticiclone africano, destinata oltretutto a persistere per diversi giorni sul nostro Paese continuando a riversare al suolo l'aria fredda presente in quota nei pressi del minimo depressionario, contrastando facilmente il classico riscaldamento diurno. Continueranno a svilupparsi ancora temporali, grandinate e locali nubifragi specie - in questa prima fase - al Centro-Nord, mentre al Sud avremo un prevalente soleggiamento.
Un ulteriore approfondimento dell'area depressionaria verso il Centro-Sud, proprio nel weekend, complicherà il quadro meteorologico delle aree interne peninsulari. La lenta evoluzione verso levante del vortice ciclonico inibirà per diversi giorni la nuova estensione dell'anticiclone africano, previsto tornare sul Mediterraneo non prima dell'ultima decade.


Grande caldo africano: l'ipotesi possibile

Nei prossimi 10-12 giorni avremo due periodi molto diversi in termini di condizioni meteoclimatiche, se non proprio opposti fra di loro: il primo decisamente fresco e temporalesco, mentre il secondo di quasi egual durata si presenterà caldo e siccitoso.
La prima fase continuerà quindi ad essere caratterizzata dal vortice di bassa pressione giunto sul territorio nazionale nei primi giorni della settimana - martedì 13 luglio - ora a ridosso del Nord Italia, ma in lenta estensione verso le regioni meridionali; tra il 15 ed il 20 luglio sono quindi previsti rovesci e temporali diffusi ad evoluzione diurna durante le ore più calde, si presenteranno a macchia di leopardo sulle aree centrosettentrionali e si sposteranno successivamente dal 17 al 20 soprattutto al Centro-Sud.
Nella seconda fase, tra il 21 ed il 27 luglio, tornerà invece l'anticiclone africano che dalla Spagna si allungherà di nuovo sull'Italia dando luogo a una nuova ondata di calore intenso. I primi sintomi verranno avvertiti sulle regioni di Nord-Ovest già intorno al 18-19 luglio, quando le temperature riprenderanno la corsa verso l'alto per effetto di un nuovo flusso di correnti meridionali in risalita dal Nord Africa; una parentesi comunque di durata limitata, perché con buone probabilità si sposterà tra il 24 e 25 verso il Sud abbandonando definitivamente le regioni settentrionali tra il 26 ed il 27 luglio.


Focus sulle temperature

Tra il 21 ed il 25 il contesto verrà quindi di nuovo condizionato dall'anticiclone nordafricano, chi più e chi meno, con la colonnina di mercurio che tornerà a spingere verso l'alto soprattutto al Centro-Nord, con punte di 33-34 su Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Lazio, mentre le restanti aree italiane rimarranno ancora caratterizzate da massime piacevoli che si aggireranno sui 28-30 gradi.
Dal 23 luglio l'alta africana diverrà più aggressiva propagandosi anche al Sud: raggiungerà la sua massima intensità proprio intorno al 23-24 portando i termometri nuovamente sui 33-35 gradi tra Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, basso Veneto e zona interne centro-meridionali. Nei giorni successivi, quando probabilmente inizierà ad abbandonare le aree settentrionali per l'influenza delle fresche correnti atlantiche, premerà invece l'acceleratore soprattutto al Sud, ove i valori termici potrebbero di nuovo schizzare all'insù fino a toccare i 36-38 gradi sulle solite regioni, ovvero Puglia, Lucania, Calabria e Sicilia.

Date uno sguardo a questi nostri approfondimenti!

Secondo VOI, l'estate sta diventando una SOFFERENZA?

Europei di CALCIO: previsioni PERFETTE per una GRANDE ITALIA!

L’ESTATE ci rende più PIGRI, lo dice anche la Scienza

Crollo termico tra 13 e 15 luglio sulle città del Centro Nord

La fine dal caldo è realtà, africano debellato. TEMPORALI violenti e GRANDINE

I FORTI TEMPORALI di domani martedì 13 luglio

METEO: la fine dal caldo è realtà, africano debellato. TEMPORALI violenti e GRANDINE

Meteo MILANO, nei prossimi gironi un po' di INSTABILITA', poi torna il CALDO

Quando il CALDO rende l'estate una vera SOFFERENZA

La domanda che TUTTI SI FANNO: sarà più CALDO Luglio o Agosto?

L'ESTATE ci rende tutti PIU' PIGRI: vi spieghiamo perchè!

PAZZESCO, con il Global Warming, in futuro, più DANNI dalle GELATE TARDIVE

VARIANTE DELTA, numeri in aumento: c'è da PREOCCUPARSI?

INCREDIBILE: a causa del cambiamento climatico torneremo alla PREISTORIA!

Le ondate di CALDO KILLER dell'era moderna

FULMINI a ciel sereno: esistono davvero? VI STUPIRA'



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 GIU
L'alta pressione nei prossimi giorni spingerà ulteriormente verso l'alto le temperature che toccheranno picchi notevoli
26 GIU
Nelle prossime ore ulteriore rinforzo del promontorio africano e l'onda di calore assumerà caratteristiche di eccezionalità per il mese di giugno
25 GIU
Le annate in cui il mese di giugno è stato più caldo e le prospettive per questo 2022
25 GIU
Fine dell’ondata di caldo alla fine della prima decane di luglio?
15 GIU
Temperature da record a causa dell’insistente presenza del bollente Anticiclone Nord-Africano
9 GIU
La scossa avvertita sulla costa con epicentro in mare
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.