In pubblicazione il 30 MAR 2020

Meteo: irruzione fredda in arrivo: piogge neve

Un fronte freddo attraverserà velocemente l'Italia da Nord verso Sud


Fonte Immagine: WXCHARTS

 


Un fronte freddo, identificato come la decima perturbazione del mese, attraverserà velocemente  l'Italia da Nord verso sud, determinando nella giornata di martedì una fase di maltempo a stampo invernale.
Il calo termico sarà responsabile dell'abbassamento della quota neve su Alpi e Appennino, forti venti, e precipitazioni che localmente potranno acquistare anche le caratteristiche di rovescio e/o temporale.

Nella giornata di martedì si prevedono:

#Precipitazioni: da isolate a sparse nelle prime ore della giornata, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori alpini, pedemontani e sud-occidentali del Piemonte, settori alpini e prealpini della Lombardia, Liguria, alta Toscana e Appennino emiliano, con quantitativi cumulati deboli; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche, settori orientali e meridionali del Lazio, Abruzzo, Molise, regioni meridionali della penisola, Sicilia nord-orientale e settori orientali e meridionali della Sardegna, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati sulle zone interne e appenniniche di Abruzzo, Molise e Lazio meridionale, sui settori appenninici e meridionali della Campania, sui settori occidentali e meridionali della Basilicata e sui settori settentrionali e ionici centrali della Calabria.

#Nevicate: al di sopra dei 400-600 m nelle prime ore della giornata sui settori alpini, prealpini e pedemontani di Piemonte, Lombardia e Trentino, sull'entroterra ligure e sull'Appennino tosco-emiliano, con apporti al suolo deboli; inizialmente al di sopra dei 1100-1300 m, in calo fino ai 500-700 m dal pomeriggio-sera su Abruzzo, Molise, Appennino campano e settori settentrionali di Puglia e Basilicata, e fino ai 700-900 m sull'Appennino laziale, con apporti al suolo da deboli a moderati; inizialmente al di sopra dei 1400-1600 m, in calo fino ai 1000-1200 m in serata, sui rilievi di Campania meridionale e Basilicata meridionale, con apporti al suolo deboli.

#Visibilità: nessun fenomeno significativo.

#Temperature: minime in sensibile diminuzione sulle regioni di Nord-Est; massime in sensibile diminuzione su zone interne della Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise, in locale sensibile aumento sulla Sicilia.

#Venti: forti nord-orientali sull'alto versante adriatico, con raffihe fino a burrasca specie sul Golfo di Trieste; forti settentrionali con locali raffiche di burrasca sulla Liguria centrale; tendenti a forti nord-orientali nella seconda parte della giornata sulla Toscana e sull'Appennino emiliano-romagnolo e umbro-marchigiano, in estensione dalla serata all'alto Lazio, con raffiche di burrasca sui crinali appenninici; tendenti a localmente forti orientali sulla Sardegna settentrionale.

#Mari: molto mossi l'Adriatico centro-settentrionale ed il Mar Ligure, dalla sera tendenti a molto mossi il Mar di Sardegna, il Tirreno settentrionale e l'Adriatico meridionale.
 
 
Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico di AMPRO Associazione Meteo Professionisti


Fonte Articolo: Roberto Nanni 

ULTIMI ARTICOLI

25 MAG
Avvio di settimana dal clima gradevole e soleggiato, questo grazie all'anticiclone delle Azzorre
24 MAG
L’ultima settimana di Maggio (e della Primavera meteorologica) potrebbe presentarsi alquanto variabile
23 MAG
L'ultima ricerca, condotta da noti esperti italiani, pone dubbi sui legami tra i fattori meteo-climatici e il Covid-19
19 MAG
Nuovi temporali nelle prossime ore
15 MAG
Battuti diversi record di caldo per il mese di Maggio