In pubblicazione il 17 MAG 2022

Meteo Italia: previsione di PIOGGIA confermata, ecco dove e quando

Una perturbazione riporterà rovesci e temporali, ma solo su alcuni settori del Paese


Fonte Immagine: Depositphotos

La situazione è doninata dall'alta pressione, ma nelle mappe meteo è confermatala la previsione di pioggia: insomma, al di là di sole e caldo fuori stagione, i modelli fisico-matematici vedono già la perturbazione che riporterà rovesci e temporali sul nostro Paese. Attenzione però, perchè gli stessi modelli ci avvisano che il prossimo pegioramento del tempo coinvolgerà solo alcuni settori del nostro Paese, lasciando all'asciutto molte regioni. Vi spieghiamo tutto nell'articolo.


Con l'alta pressione sembra già luglio

Prima dell'arrivo della prossima perturbazione ci attendono comunque ancora alcune giornate in compagnia dell'alta pressione, con l'Anticiclone Nord-Africano allungato sulla nostra Penisola. In particolare, in base alle ultime proiezioni, il tempo rimarrà soleggiato e stabile per tutta la settimana, con appena un po' di instabilità pomeridiana che favorirà la formazione di brevi e isolati temporali sulle zone alpine. Protagonista quindi sarà soprattutto il caldo, con temperature che faranno registrare con insistenza valori tipici di giugno o, addirittura, di inizio luglio. Durante tutta la settimana le temperature massime infatti rimarranno per lo più comprese fra 24 e 30 gradi, ma con pichhi anche più alti, specie nel weekend, quando il caldo si intensificherà e la colonnina di mercurio dei termometri, in alcune località, potrebbe spingersi anche fino a 33-34 gradi. Poi la prossima settimana la musica cambierà.


Arrivano correbnti più fresche, tornano i temporali

Agli inizi della prossima settimana, dopo un weekend soleggiato e caldo, l'alta pressione si indebolirà e allenterà parzialmente la sua morsa sull'Italia, ritirandosi dalle regioni settentrionali che, di conseguenza, rimarranno esposte al passaggio di correnti più fresche e instabili. Ecco allora che tra lunedì 23 e mercoledì 25 ci sarà l'occasione per la formazione di numerosi temporali al Nord: le aree maggiormente coinvolte saranno le Alpi e il settore orientale della Pianura Padana, ma più in generale tutte le regioni settentrionali a tratti verranno bagnate dalla pioggia. Il rischio però è che, soprattutto a causa della tanta energia immaganizzata nell'atmosfera nei giorni precedenti, in alcune occasioni i temporali siano particolarmente intensi, accompagnati quindi anche nubifragi e grandinate. E il resto d'Italia? Secondo le ultime proiezioni dei modelli le regioni centrali e meridionali rimarranno sostanzialmente all'asciutto, con pochi brevi scrosci di pioggia per lo più confinati sulle zone interne del Centro.

 

VI CONSIGLIAMO ANCHE QUESTI NOSTRI APPROFONDIMENTI

METEO, l'estate sarà MOLTO CALDA per colpa della siccità !!

Proiezioni GIUGNO 2022: sarà MOLTO CALDO e poco piovoso !!

METEO, torna la PIOGGIA al NORD: ecco quando arriverà la perturbazione!

ESTATE 2022: ecco come sarà !!

CLIMA: gli effetti catastrofici degli URAGANIi su popolazione ed economia

Un FUTURO senza PERTURBAZIONI estive per colpa del CAMBIAMENTO CLIMATICO !!

 

 

 

Fonte Immagine: Depositphotos 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

26 GIU
L'alta pressione nei prossimi giorni spingerà ulteriormente verso l'alto le temperature che toccheranno picchi notevoli
26 GIU
Nelle prossime ore ulteriore rinforzo del promontorio africano e l'onda di calore assumerà caratteristiche di eccezionalità per il mese di giugno
25 GIU
Le annate in cui il mese di giugno è stato più caldo e le prospettive per questo 2022
25 GIU
Fine dell’ondata di caldo alla fine della prima decane di luglio?
15 GIU
Temperature da record a causa dell’insistente presenza del bollente Anticiclone Nord-Africano
9 GIU
La scossa avvertita sulla costa con epicentro in mare
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.