In pubblicazione il 12 LUG 2021

METEO: la fine dal caldo è realtà, africano debellato. TEMPORALI violenti e GRANDINE

PEGGIORAMENTO del tempo imminente: vortice depressionario porterà il break estivo


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Il quadro meteo è in rapido ribaltamento, difatti a partire da domani, martedì 13 luglio, una pericolosa goccia fredda si getterà sul Mediterraneo colpendo duramente anche l'Italia con un carico sostanziale di temporali accompagnati da forti colpi di vento, nubifragi, trombe d'aria e grandinate anche di grosse dimensioni su diverse regioni del centro nord; seguirà una flessione delle temperature molto importanti, con cali in quota nell’ordine dei 10 gradi.


La stagione estiva andrà quindi temporaneamente in pausa, con fenomeni e correnti piuttosto fresche per gran parte della settimana. La buona notizia è che non interesserà solo i settori settentrionali ma anche le restanti aree del territorio.
Ecco cosa si prevede per i prossimi giorni.


Come ricordato, l’assetto barico è prossimo cambiamento: l’alta pressione subtropicale in estensione dal Nord Africa che da diversi giorni caratterizza il meteo dell’areale del Mediterraneo, è destinata ad arretrare gradualmente sotto i colpi di un vortice attualmente in evoluzione sui settori occidentali della Francia.
Sulla penisola italiana è quindi attesa una fase a tratti molto instabile se non perturbata, con l'estate che entrerà in pausa per l’intercedere dei violenti temporali che innescheranno un inevitabile flessione delle temperature.

Il clou della parentesi rovente si concluderà nel corso di queste ore, con i termometri che supereranno ancora facilmente i 35°C in pianura e lungo le vallate, con solo qualche refolo instabile che interesserà i rilievi alpini nord occidentali e parziali sconfinamenti verso le aree di pianura limitrofe; da domani, martedì 13, cambierà però tutto con primi effetti del fronte temporalesco già in azione su alcune delle nostre regioni del Nord: fenomeni convettivi inizieranno difatti a colpire irregolarmente le aree centrali e occidentali, per poi estendersi rapidamente verso est entro la serata, con forti temporali diffusi ed insistenti su tutto il Settentrione e anche l'alta Toscana.
La bolla di aria africana molto calda fornirà una grande quantità di energia per lo sviluppo di intense celle temporalesche, che scateneranno al suolo nubifragi, forti colpi di vento e locali grandinate anche di grosse dimensioni, favorite dalle intense correnti ascensionali che sarà facile trovare dentro alle nubi in queste occasioni.
L’andamento sul resto del Paese non subirà invece particolari cambiamenti, l’anticiclone riuscirà ancora a mantenere un quadro meteorologico sostanzialmente stabile con al più qualche nube in transito sui settori appenninici del Centro, in particolare sulle aree interne adriatiche.

Con l’intercedere dei giorni avremo una crescente recrudescenza dal maltempo, tra mercoledì 14 e giovedì 15, quando il vortice depressionario sposterà i minimi sulle aree settentrionali italiane, mantenendo condizioni molto instabili al Nord e parte del Centro. Non si tratterà naturalmente di una perturbazione atlantica strutturata, per cui tra un temporale e l’altro ci sarà ancora spazio per qualche parentesi soleggiata e piacevole, anche se la probabilità per imminenti cambi meteo resteranno dietro l'angolo. In tali situazioni il rischio maggiore resterà ubicato ancora una volta a gran parte del Nord, specialmente l'area alpina, prealpina e le pianure limitrofe, ove sono attesi nuovi forti temporali con locali grandinate, in un contesto climatico più fresco.
Nubi sparse raggiungeranno anche gran parte del Centro, ove però non sono attesi fenomeni particolarmente importanti, mentre al Sud sole avremo ancora valori termici elevati, grazie agli ultimi effetti inflitti dall’anticiclone africano.

Alle porte del fine settimana una importante novità anche per le regioni meridionali, perché il vortice ciclonico inizierà ad affondare verso Sud; sulle regioni settentrionali è pertanto atteso un miglioramento, mentre rovesci temporali tanto attesi colpiranno invece il Centro-Sud ove potrebbero però insistere per l'intero weekend, portando un netto e sensibile calo delle temperature.

POTREBBERO INTERESSARVI ANCHE QUESTI NOSTRI ALTRI ARTICOLI

Una settimana SENZA IL CALDO, ma attenzione ai TEMPORALI VIOLENTI

METEO ESTREMO: quando il CALDO diventa una CATASTROFE NATURALE

Nei prossimi giorni attenti a GRANDINE e NUBIFRAGI: vi spieghiamo DOVE

Clima, il LUGLIO più CALDO di sempre: VI STUPIRA'

MILANO, come sarà luglio 2021?

PAZZESCO, temperature mai viste prima in CANADA, sembra di essere nel SAHARA

METEO MILANO, come sarà l’estate 2021?

Il CALDO senza precedenti a Milano, VI STUPIRA’

Tieniti AGGIORNATO: la situazione a MILANO con la nostra WEBCAM REAL-TIME

Scopri il tempo previsto a MILANO nella giornata di DOMANI

METEO ESTREMO, il caldo fino a 50 GRADI diventerà sempre più probabile

VARIANTE DELTA, numeri in aumento: c’è da PREOCCUPARSI?



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

29 GEN
Condizioni meteo tipicamente invernali anche nella settimana a cavallo fra gennaio e febbraio
28 GEN
I giorni della merla sono il 29-30-31 gennaio: come sarà il tempo sul nostro Paese?
27 GEN
Ultimo fine settimana di gennaio in compagnia di un nuovo calo termico e con un modesto peggioramento che riguarderà soprattutto i settori centro-orientali dell'Emilia-Romagna
27 GEN
Ancora freddo in tutta Italia e maltempo di tipo invernale in diverse regioni
29 GEN
Spesso poco prima di una scossa si avverte un boato, ecco la spiegazione
27 GEN
Sul tema "Innovazione tecnologica per il Sociale"
14 DIC
Il capoluogo Emiliano è stato il primo del Nord di bassa quota ad imbiancarsi questa stagione!
29 NOV
Era possibile prevedere il disastro? Oppure, oltre al lato meteorologico, ci sono altre colpe?