In pubblicazione il 3 GEN 2022

METEO: le PREVISIONI DETTAGLIATE della PRIMA SETTIMANA DELL’ANNO

La grande ondata di caldo africano lascerà un po’ alla volta il passo ad aria più fredda e non mancheranno piogge intense e nevicate


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

La situazione attuale

Buongiorno a tutti e benvenuti al primo articolo dell’anno delle previsioni settimanali di Meteo Giuliacci! In questo primo Lunedì dell’anno e di Gennaio, il nostro paese è interessato da condizioni meteo generalmente stabili, con nebbie molto intense e fitte in Val Padana, causa forte inversione termica, e nuvolosità sparsa nel resto del paese. Le temperature sono abbondantemente sopra la norma, soprattutto al Centro-Nord, mentre in Pianura Padana, stante la già citata inversione termica, i valori termici si presentano piuttosto rigidi. Vediamo come evolverà la situazione nei prossimi giorni.


Le temperature previste

Le condizioni di forte anomalia termica positiva sono destinate a durare fino a metà settimana, Mercoledì, giornata in cui, dalla sera, inizierà lentamente ad affluire aria più fredda da Nord-Ovest, portando, nella giornata di Giovedì, valori sotto media su tutto il paese, destinati a persistere anche per i giorni a venire. Pertanto, dopo l’incredibile ondata di caldo africano di fine (e inizio) anno, le termiche nel Belpaese torneranno, un po’ alla volta, ai valori invernali.


Le precipitazioni previste

Vi forniamo, schematicamente, il riassunto di quanto potrebbe accadere secondo le previsioni odierne nella prima settimana dell’anno per quanto riguarda le precipitazioni:

Lunedì, oggi, piovaschi di debole entità sparsi tra Alto e Basso Tirreno;

Martedì situazione simile a quella di Lunedì, con precipitazioni più intense tra Alta Toscana e Liguria e prime piogge dell’anno anche su alcune zone a Nord del Po;

Mercoledì precipitazioni intense su tutto il Nord + Centro e Sud Tirrenico, esclusa la Sicilia;

Giovedì esaurimento delle piogge a partire da Nord, con parziale interessamento delle Marche;

Venerdì giornata caratterizzata da precipitazioni al Sud, in particolare all’estremo Sud;

Sabato nuove piogge sparse sulle coste meridionali;

Domenica esaurimento dei fenomeni al Sud e nuove precipitazioni al Nord, specie in Emilia-Romagna, dove assumeranno carattere nevoso fino all’aperta pianura; nel corso della serata, estensione dei fenomeni a tutto il Centro, escluse regioni adriatiche costiere.

Ecco le precipitazioni totali previste per la settimana più bella dell’anno secondo il modello previsionale ECMWF:

Le nevicate previste 

Caro lettore, eccoci giunti alla parte più interessante dell’articolo. Nella prima settimana dell’anno, la neve cadrà, tra Mercoledì e Giovedì, a quote medio-alte su tutte le Alpi e fino a quote di media-bassa collina sull’Appennino Settentrionale (versante Padano, Emilia-Romagna). Giovedì la neve potrebbe imbiancare anche parte dell’Appennino Centrale, l’Etna e le montagne sarde; tra venerdì e sabato un po’ di neve anche in parti dell’Appennino Meridionale e Siciliano. Ma il grosso potrebbe avvenire Domenica: neve fino all’aperta pianura, come già anticipato, in Emilia-Romagna e fino a quote molto basse, forse costiere, in tutto il Centro, tranne che per le coste Marchigiane e Abruzzesi, oltre che fino a quote molto basse anche in Sardegna!!

Restate sintonizzati, cari lettori, sul nostro sito e sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Tik Tok per sapere sempre al meglio il tempo che farà! Buona giornata a tutti da Meteo Giuliacci.

Fonte immagini: WXCharts; Meteociel; Meteored; DWD

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
L’ultimo weekend del primo mese estivo porterà con se temperature elevate e piogge scarse o assenti
24 GIU
Le piogge tanto invocate rimarranno una pia illusione: non basteranno alcuni temporali qua e là per colmare il gap idrico. Siccità persistente fino ad agosto.
24 GIU
Già è partita malissimo sul piano climatico e idrico: non resta che aspettarci altri due mesi difficili...
15 GIU
Temperature da record a causa dell’insistente presenza del bollente Anticiclone Nord-Africano
9 GIU
La scossa avvertita sulla costa con epicentro in mare
25 MAG
Nella data di ieri la città costiera Romagnola ha registrato il valore di temperatura minima più elevato di sempre per il mese di Maggio
8 MAG
Nonostante le piogge, talora abbondanti, la situazione idrica rimane assai critica.