In pubblicazione il 16 GEN 2020

Meteo weekend: novità invernali allevieranno lo smog nei bassi strati

Una maggiore dinamicità aiuterà ad allentare la morsa dell'inquinamento sulle pianure e lungo le vallate interne

Le precipitazioni previste per il weekend
Le precipitazioni previste per il weekend
Fonte Immagine: WXCHARTS

 

Fino al weekend il quadro meteorologico resterà sostanzialmente stabile con pochi annuvolamenti localizzati per lo più sulle coste della Liguria centro-orientale, alta Toscana e sulla Val Padana, specie nei settori emiliano-romagnoli, aree ove saranno possibili deboli piovaschi con cieli grigi anche durante le ore centrali del giorno.
Qualche nube caratterizzerà anche le giornate della Sardegna occidentale, del Gargano, della Sicilia tirrenica e della Calabria meridionale, ma senza fenomeni degni di nota. Ampi spazi sereni con clima nel complesso mite sul resto d’Italia.

Alle porte del fine settimana si inizieranno ad avvertire i primi effetti della parte avanzata del fronte atlantico, con un modesto peggioramento sulle Alpi occidentali e sulla Liguria, ove avremo precipitazioni dalla serata di venerdì, in graduale estensione al Piemonte, parte della Lombardia, e sui settori più occidentali emiliani. Qualche fioccata interesserà l’arco alpino dai 800-900 metri di quota e l’Appennino settentrionale dai 1200 metri.


Nella giornata di sabato il maltempo raggiungerà il Triveneto, l’Emilia Romagna, gran parte del Centro Italia ed il basso versante tirrenico; quota neve in calo con fiocchi fin sui 500-600 metri tra Alpi Orientali e dorsale appenninica settentrionale.
L’aria più fredda verrà sospinta dalla vivace ventilazione nord-orientale, che dalle prime ore di sabato apporterà un calo termico a tratti sensibile sulle regioni settentrionali e sui versanti adriatici più esposti. 

Un flusso che continuerà anche nei primi giorni della nuova settimana, mantenuto in vita dalla depressione centrata sul Nord Africa. Gli effetti andranno gradualmente a scemare entro la metà della prossima settimana, quando si avranno contributi più miti nord-africani richiamati dall’affondo del vortice ciclonico tra l'Algeria ed il Marocco. 



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

17 FEB
Nella Rete le notizie terroristiche attirano soprattutto i “creduloni”
Come è aumentato il caldo estivo nel mondo
16 FEB
Una previsione con elevata affidabilità.  Occhio al meteoterrorismo!
15 FEB
Nuova perturbazione in arrivo a inizio settimana, con effetti concentrati più che altro sulle regioni settentrionali
14 FEB
Tornerà l'alta pressione protagonista sul Mediterraneo. Clima molto mite
17 FEB
Come nascono i cicloni atlantici violenti- A cura di Roberto Nanni
16 FEB
Caratterizza la circolazione atmosferica a livello emisferico e spesso diventa protagonista delle vicende meteo invernali
13 FEB
Il giorno 10 Febbraio un aereo della British Airways ha raggiunto la velocità più alta mai registrata per un Boeing
13 FEB
Le temperature più basse mai registrate strumentalmente nel nostro Paese sono davvero da brividi