In pubblicazione il 19 SET 2019

Meteo weekend: torna l'alta pressione, ma per poco

L'alta pressione e le correnti atlantiche si susseguiranno per il breve e medio termine


Fonte Immagine: WXCHARTS

 

Un fronte freddo è in evoluzione lungo la nostra Penisola ed ha portato un moderato peggioramento delle condizioni meteorologiche. Fenomeni principalmente a sfondo temporalesco che, dopo aver raggiunto le regioni settentrionali, scendono gradualmente verso quelle meridionali contrastando con successo l'anticiclone responsabile delle anomalie termiche positive dell'ultima settimana. In queste ore le temperature hanno subito un sensibile ridimensionamento attestandosi verso le medie del periodo.

Dai Balcani fluiscono difatti spifferi instabili frutto del vasto pozzo d'aria fresca sospinta dall'irruzione artica che coinvolge più direttamente l'Europa centro-orientale. Una cospicua discesa fredda attivata dalla contestuale elevazione verso Nord dell'anticiclone delle Azzorre sull'oceano Atlantico, con massimi di pressione proprio tra la Gran Bretagna e l'Islanda. 

Nonostante un cedimento barico generalizzato anche sull'Italia, non è un vero e definitivo arrivo dell'autunno, almeno sul Mediterraneo. La perturbazione giunta dai settori scandinavi ha difatti portato condizioni più consone al periodo evolvendo rapidamente verso il Sud ma, trattandosi di una situazione del tutto temporanea, a seguire tornerà protagonista l'anticiclone. 
Quel che invece possiamo dare per consolidato è il raffreddamento che interessa gran parte del continente europeo, ove al momento vi è un clima tipicamente autunnale.


Temporanea fase anticiclonica

La perturbazione raggiungerà rapidamente le regioni meridionali, mentre sulle restanti aree il quadro meteorologico è già in netto miglioramento. Un nuovo aumento dei valori barici caratterizzerà il fine settimana dell'Europa centro meridionale, nonché il bacino centrale del Mediterraneo.

Le temperature torneranno ad aumentare in particolare nei valori massimi, con i picchi più alti in corrispondenza del weekend, ma non farà propriamente caldo come nei giorni passati lasciando alle spalle definitivamente i 30 e più gradi delle ore centrali della giornata.

L'alta pressione si presenterà debole e sostanzialmente sbilanciata verso Est, tant'è che un prossimo vortice atlantico sopraggiungerà facilmente dall'Europa occidentale già dalle ultime ore di domenica, quando il tempo andrà a peggiorare ad iniziare dalle regioni occidentali italiane, raggiunte dalla parte più avanzata della depressione.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

25 MAG
Analisi tendenza statistica.Quando la fine di nuovi contagiati?
25 MAG
Avvio di settimana dal clima gradevole e soleggiato, questo grazie all'anticiclone delle Azzorre
24 MAG
L’ultima settimana di Maggio (e della Primavera meteorologica) potrebbe presentarsi alquanto variabile
23 MAG
L'ultima ricerca, condotta da noti esperti italiani, pone dubbi sui legami tra i fattori meteo-climatici e il Covid-19
26 MAG
Le minoiri immissioni di CO2 avranno benefici effetti sul clima?
26 MAG
Dadu e Jacobabad in Pakistan superano l'incredibile soglia dei 50°C.
Termoigrometro domestico
26 MAG
La temperatura dell'aria non è in grado da sola cogliere le esatte sensazioni termiche del nostro corpo
19 MAG
Nuovi temporali nelle prossime ore