In pubblicazione il 29 DIC 2018

Neve in arrivo tra 3 e il 6 gennaio ma non solo sui rilievi

Neve soprattutto su Medio-Basso Adriatico e Isole maggiori. E il Nord Italia?

raiettoria delle correnti di aria artica
raiettoria delle correnti di aria artica
Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

La presunte forti e gelide correnti provenienti dal circolo polare artico  raggiungeranno le Alpi e i Balcani alla fine del 2 gennaio per riversarsi poi  sull’Adriatico con gelidi e forti venti da Nordest e in Val Padana attraverso venti di Tramontana dalle valli alpine. Le correnti fredde sull’Italia rimarranno  sul Nord Italia  e regioni dl medio-alto Tirreno fino al 5 gennaio, al Sud, Adriatico e Isole fino al 6 febbraio.

Immagine di copertina: traiettoria delle correnti di aria artica.

Le correnti saranno particolarmente fredde su regioni Adriatiche, regioni centrali e Campania le temperature a 1500m scenderanno fino a circa -10°C, concordi i principali modelli.

Immagine: temperature a 15 gg previste da più modelli (multimodel) a 1500m ad Ancona, Pescara, Bari.

Schermata%202018-12-29%20alle%2012_27_27.png

 

Schermata%202018-12-29%20alle%2021_00_06(2).png

 


Schermata%202018-12-29%20alle%2014_25_33(1).png

Le correnti in arrivo sui Balcani saranno alquanto secche perché il loro tragitto si è svolto solo su terraferma. 

Su umidificheranno un po’ nel attraversamento dell’Adiratoci, cosicché  scacchieranno per Stau la loro umidità, sotto forma di neve sul versante adriatico dell’Appennino. Ma il sollevamento forzato delle correnti freddo-umide da parte dell’Appennino si avverte già a 20 km di distanza dai rilievi. 

Sulla Campania e sulla Calabria e sulla isole maggiori invece i venti freddi e umidi saranno quelli che avranno aggirato le Alpi ad Ovest per poi sfociare sul Tirreno come umido Maestrale.

Pertanto se, come più probabile,  le temperature a 1500m raggiungeranno veramente   valori così bassi,  allora  le nevicate su spingeranno fino alle coste su Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia. Nevicate fino a quote molto basse anche su Campania, Calabria,  Lucania, Calabria e Isole maggiori. Ignorato ik Nord Italia

Immagine: accumuli  di neve previsti tra i 3 e i 6 gennaio

Schermata%202018-12-29%20alle%2021_42_16.png

 Gli accumuli comunque sanno modesti e per lo più inferiori a 20 cm, tranne i rilievi abruzesi. molisani, Calabri e Nebrodi ove potranno essere raggiunti i 40 cm.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
Correnti a 5500m tra il 20 e il 23 gennaio
15 GEN
Le proiezioni odierne confermano la nostre ripetute previsioni al riguardo
14 GEN
L'alta pressione delle Azzorre prenderà il comando della Penisola. Solo una breve parentesi (per il Centro Sud)
14 GEN
Ulteriore rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali, anche sui settori adriatici meridionali e lungo i restanti settori ionici
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola
Raffiche di vento in km/ora il 14 gennaio
14 GEN
E' giunto il Foehn in Val Padana